Mahatma Gandhi: Autobiografia - Mohandas Gandhi

Mahatma Gandhi: Autobiografia - Mohandas Gandhi

Scopri la storia di Mohandas Gandhi, una delle figure più stimolanti, rispettate e affascinanti del nostro tempo.

L'indipendenza dell'India è stata un processo lungo e difficile, guidato dall'attivista indiano Mohandas Gandhi. Nel suo libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia", racconta la sua traiettoria nella lotta contro il colonialismo inglese e la diffusione della sua filosofia, nota come "Satyagraha".

Considerato il padre dell'India e rispettato in tutto il mondo, Gandhi ispira ancora diversi movimenti pacifisti in diversi paesi e, grazie ai suoi successi, la "Giornata internazionale della nonviolenza" viene celebrata nel giorno del suo compleanno.

Sei curioso di conoscere questa incredibile biografia? Quindi continua a leggere ed emozionati!

Sul libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia"

Il libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia", dal titolo originale "An Autobiography: The Story of My Experiments with Truth", fu pubblicato per la prima volta nel 1927.

Nella sua autobiografia, Gandhi esplora le dimensioni spirituale, mentale e fisica studiate e vissute da lui, oltre ad affrontare i suoi principi di non violenza, verità e interesse per gli altri.

Gandhi è molto obiettivo nei suoi argomenti, che sono brevi e fatti in ordine cronologico. Il libro è diviso in 5 parti e distribuito nelle sue 440 pagine.

Circa l'autore Mohandas Gandhi

Mohandas K. Gandhi è nato nel 1869, nella città indiana di Porbandar. Ha studiato legge e ha servito come leader spirituale e pacifista indiano per tutta la vita.

Gandhi ha anche scritto "Hind Swaraj: Home Rule", "India of my dreams", "Satyagraha in South Africa", tra gli altri.

Trattandosi di un lavoro biografico, tutti i dettagli sull'autore saranno presentati durante la nostra analisi.

Per chi è questo libro?

"Mahatma Gandhi: Autobiografia" è l'ideale per te che vuoi essere ispirato dalla biografia di grandi leader mondiali, responsabili dell' influenza di milioni di persone.

Inoltre, il contenuto è adatto a chiunque cerchi insegnamenti su impegno, amore e determinazione, contemplando esempi pratici di tutte le lotte e le conquiste segnate dalla leadership e dalla non violenza di Mohandas Gandhi.

Principali idee tratte dal libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia"

  • Gandhi è nato in una famiglia semplice;
  • Si è sposato a 13 anni;
  • È stato responsabile della creazione della filosofia "Satyagraha", che mira ad agire senza la pratica della violenza e con forza di volontà;
  • Anche con la morte di sua madre, Gandhi mantenne tutti gli impegni presi con lei;
  • Il perdono è l'attributo delle persone forti;
  • Diffondi l'amore ovunque, perché solo lui può battere l'avversario;
  • La pienezza dell'amore neutralizza l'odio di migliaia di persone;
  • Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo;
  • Vivi, in base a ciò in cui credi.

Panoramica: Infanzia e adolescenza

In questa prima parte del libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia", Gandhi racconta la sua nascita, infanzia, religione, il suo matrimonio e tutte le esperienze e le tragedie accadute durante questo periodo della sua vita.

Mohandas Gandhi è nato il 2 ottobre 1869 a Porbandar, una città indiana. Da bambino, è stato totalmente influenzato dalle pratiche di suo padre, politico e religioso, e dalla sua devota madre.

Ha iniziato a scuola all'età di 7 anni, ed è sempre stato considerato uno studente medio e molto timido, non è mai stato disposto a imbrogliare davanti agli amici.

All'età di 13 anni, i suoi genitori decisero che avrebbe dovuto sposarsi, una pratica che non era ampiamente supportata da lui. Inoltre, racconta alcune tragedie vissute nella sua adolescenza.

Quando suo padre morì, un amico di famiglia gli suggerì di andare a studiare in Inghilterra. Tuttavia, Gandhi dovette prendere voti seri a sua madre, poiché la sua più grande preoccupazione era che avrebbe perso la sua cultura familiare e avrebbe iniziato a mangiare carne, bere alcolici e dormire con altre donne.

Con ciò, nel 1888, Mohandas Gandhi andò in Inghilterra per studiare legge. Ha cercato di adattarsi alla nuova cultura, ma non è durata a lungo e ha preferito iniziare a vivere una vita intensa negli studi e nell'umiltà. Dopo 3 anni di studio, ha superato gli esami, è diventato in grado di esercitare la professione legale ed è tornato in India.

Panoramica: Carriera iniziale

Al ritorno in India, Gandhi viene a sapere che sua madre è morta. In quello stesso periodo è arrivato il momento di iniziare la sua vita professionale.

Ha iniziato a lavorare a Bombay, presso la Corte Suprema. Qui ha maturato esperienza e approfondito studi giuridici. Tuttavia, la sua timidezza ha ostacolato il suo lavoro, costringendolo a tornare nella città di Rajkot e ad aprire il suo ufficio lì.

Suo fratello maggiore era sempre disposto a risolvere i suoi problemi e ad aiutarlo il più possibile. Pertanto, ha avuto una grande influenza sul trasferimento di Gandhi, che lo ha portato a vincere la posizione di avvocato in Sud Africa.

Durante il suo periodo in Sud Africa, Gandhi soffrì di vari pregiudizi a causa del suo colore.

Racconta questi eventi nel suo libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia", come l'ora in cui è stato buttato giù dal treno e l'invito a cenare nella sua stanza, per non offendere gli ospiti dell'hotel. In quei momenti, dice che ha sempre reagito, ma senza violenza.

Durante questa esperienza, ha praticato la fiducia in se stesso e ha acquisito una grande conoscenza in campo legale, portandolo ad aiutare a fondare il Congresso indiano di Natal, che ha sostenuto la comunità indiana a unirsi come forza politica. Gandhi iniziò anche a studiare la religione cristiana.

Subito dopo è tornato in India con lo scopo di andare a prendere sua moglie e due figlie e le ha portate in Sud Africa, dove avrebbe continuato il suo lavoro di attivismo.

Panoramica: Sviluppo del potere politico

All'arrivo al porto del Sud Africa, i cittadini bianchi erano furiosi con lui e lo hanno attaccato, accusato di false accuse. Ma, secondo il libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia", Gandhi ha dimostrato la sua innocenza alla stampa e ha detto che non voleva perseguire chiunque lo avesse attaccato.

L'attivista ha solo aumentato il suo lavoro pubblico per la comunità indigena e ogni giorno ha sviluppato un affetto per l'aiuto e la semplicità. Durante la guerra boera, ha affinato queste qualità e ha creato un corpo di ambulanze per prendere i feriti.

Uscito dalla guerra, Mohandas Gandhi torna in India, attraverso una lunga escursione, per comprendere le difficoltà dei passeggeri di terza classe. Quindi, decide di lasciare la sua famiglia in India e torna in Sud Africa per risolvere questi problemi.

Panoramica: Inizio del combattimento

Al suo ritorno, il Sudafrica stava vivendo un'epidemia di pregiudizi razziali. Inoltre, le leggi del governo hanno messo gli indiani in una situazione difficile.

Secondo Gandhi, è stato fortemente influenzato da un libro che ha letto, chiamato "Unto This Last", e dice che i suoi insegnamenti hanno cambiato la sua vita. Allo stesso tempo, Gandhi fondò il Phoenix Settlement, una fattoria dove avrebbe vissuto con i suoi sostenitori, diventando in seguito un piccolo villaggio.

Come racconta il libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia" nel 1906, il governo britannico dichiarò guerra agli Zulu e Gandhi era di nuovo lì. Ha lavorato con il suo corpo di ambulanza, con l'obiettivo di aiutare a trasportare e prendersi cura di innocenti e feriti.

Quando la guerra stava per finire, il passo successivo di Gandhi fu quello di vivere la vita delle persone più povere, praticando il digiuno e mangiando una dieta ristretta che conteneva solo frutta.

Anche quando si è ammalato, Gandhi spiega che non ha abbandonato il vegetarianismo e ha mantenuto il voto fatto con sua madre.

Durante tutto quel tempo in Africa, sviluppò quello che sarebbe stato chiamato "Satyagraha". Si traduce come "fermezza nella verità" e si riferisce a proteste e resistenza senza la pratica della violenza.

Panoramica: Il picco del potere politico

Nel 1914 Gandhi tornò in India e vi fece grandi cambiamenti: aprì scuole elementari in sei villaggi e migliorò le sue condizioni igieniche. Inoltre, ha cercato di diffondere il "Satyagraha", cioè di diffondere la disobbedienza civile non violenta, e ha ottenuto risultati espressivi, aumentando la sua popolarità.

Nonostante ciò, molti civili indiani pacifici furono uccisi dagli inglesi, ma questo rese il movimento più forte.

Così ebbe luogo il vero ingresso di Gandhi nella politica del Congresso, che portò all'organizzazione di una nuova costituzione che aumentò la completa indipendenza del paese.

Per Gandhi, uno dei modi per stabilire questa indipendenza è rimuovere la povertà e realizzare prodotti da cui l'India dipendeva.

Alla fine di "Mahatma Gandhi: Autobiografia", Gandhi dice che i suoi successi al Congresso hanno ancora lasciato la storia in costruzione, senza nulla di decisivo.

Tuttavia, la storia conferma che l'indipendenza dell'India ha avuto successo e ha influenzato i movimenti per i diritti egualitari in tutto il mondo.

Cosa ne dicono gli altri autori?

Nel libro "Incrollabile", l'autore Tony Robbins dice che devi donare: dona la tua attenzione e il tuo tempo. Contribuire è ciò che dà significato alla vita di molte persone. Questo è perfettamente compreso nella vita di Gandhi.

Per l'autore di "La Psicologia della Vendita", Brian Tracy, le persone di successo migliorano il loro dialogo interiore con frasi ottimistiche e fiduciose. Ad esempio, se ripeti la frase "Mi piaccio" durante il giorno, la tua autostima aumenterà sicuramente.

È chiaramente osservato che questo comportamento è simile a quello di Gandhi, a causa della sua pratica di fede, amore, perdono ed energia positiva.

Infine, una storia che ha una traiettoria molto simile a quella di Gandhi è quella di Nelson Mandela, riportata nell'autobiografia "Lungo Cammino verso la Libertà".

Entrambi avevano tratti simili, come capacità di leadership, lotta per i diritti civili e impegno. Inoltre, entrambi hanno affrontato nemici odiosi, ma Mandela non era d'accordo con Gandhi per aver usato violenza e armi nella sua lotta.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

Durante il lavoro di Mohandas Gandhi, "Mahatma Gandhi: Autobiografia", ci presenta indirettamente diversi modi di vedere gli ostacoli e come esercitare una leadership basata su valori morali:

  • Perdono: Gandhi lo praticava in modo semplice e diretto. Non perdonare significa restare bloccati nel passato, provocando solo sofferenza;
  • Impegno: per Gandhi, l'impegno principale che può esistere è con la verità stessa, poiché porta alla felicità e alla realizzazione, senza bisogno di approvazione esterna;
  • Rispetto: opta per la non violenza, sia fisica che praticata attraverso giudizi e aggressioni verbali. Non possiamo vedere i nostri avversari come nemici;
  • Amore: Gandhi non ha mai mostrato cambiamenti nel suo umore, rimanendo sempre sereno e amando tutto. Secondo lui, possiamo battere un avversario solo attraverso l'amore.

Infine, Gandhi dimostra che le caratteristiche di cui sopra sono essenziali per vincere, anche in un mondo irregolare!

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "Mahatma Gandhi: Autobiografia"?

Ci auguriamo che il nostro riassunto vi sia piaciuto e che siate in grado di applicare gli insegnamenti di Mohandas Gandhi nella vostra vita. Lascia la tua opinione nei commenti, poiché il tuo feedback è molto importante per noi.

Inoltre, l'edizione completa è disponibile per l'acquisto di seguito:

Libro 'Mahatma Gandhi: Autobiografia'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!