Sviluppare Innovazioni Radicali - Harvard Business School

Sviluppare Innovazioni Radicali - Harvard Business School

Impara in questo riassunto del libro “Sviluppare Innovazioni Radicali” della Harvard Business School come sviluppare la tua azienda e renderla più capace. Con articoli su strategie comprovate, porta la tua attività verso l'innovazione.

Vuoi rendere la tua azienda più qualificata per lo sviluppo di prodotti / servizi? Che ha processi più snelli e che genera attività più redditizie?

Se la risposta è sì, questo riassunto del libro "Sviluppare Innovazione Radicali" è perfetto per te! Questo lavoro contiene articoli di vari autori e offre strategie, che sono state testate e approvate, per sviluppare l'innovazione all'interno dell'azienda.

Eccoci qui?

Sul libro "Sviluppare Innovazioni Radicali"

Il lavoro "Sviluppare Innovazione Radicali", lanciato nel 2007, fa parte di uno degli 8 libri lanciati nella serie: Results Oriented Management presso la Harvard Business School. Questa serie raccoglie articoli tratti dall' Harvard Management Update e dalla Harvard Management Communication Letter.

L'obiettivo della serie è aiutare i manager a ottenere un vantaggio competitivo nel mercato, attraverso strategie e strumenti. Il lavoro in questione si concentra sull'idea di sviluppare innovazioni nelle aziende e mantenerne la crescita.

Circa l'autore Harvard Business School

Questo libro raccoglie articoli di diversi esperti di alto livello, che fanno parte della Harvard Business School Series: Results-Oriented Management. Questa scuola è una delle scuole di specializzazione di Harvard ed è la più famosa al mondo. Si concentra sull'amministrazione aziendale.

Per chi è questo libro?

Il libro "Sviluppare Innovazione Radicali" o "Creating Breakthrough Innovations" (in inglese) della Harvard Business School è adatto ai manager e a qualsiasi altro dipendente che voglia contribuire alle innovazioni nell'ambiente di lavoro. Con questo, la società potrebbe essere in grado di sviluppare nuovi prodotti/servizi, processi più ottimizzati e attività più redditizie.

Oltre ad essere adatto a chiunque voglia approfondire le proprie conoscenze sull'implementazione dell'innovazione in un'azienda.

Principali idee tratte dal libro "Sviluppare Innovazione Radicali"

  • Anche le innovazioni che si dimostrano vincenti sul mercato presentano dei rischi;
  • Le aziende che generano idee promettenti dovrebbero testare il valore potenziale di ciascuna idea;
  • Devi capire i miti dell'innovazione per evitarli;
  • Per sviluppare l'innovazione è essenziale decidere dove e come generare nuove idee;
  • Le innovazioni possono verificarsi in qualsiasi settore e non sono limitate ai prodotti;
  • Per incoraggiare la creazione di idee, è necessario creare una cultura in azienda in cui i dipendenti siano incoraggiati ad assumersi possibili rischi;
  • Puoi testare le idee offrendo i tuoi prodotti attraverso un campione o un prototipo. Con il feedback che ricevi, puoi affinare ulteriormente l'idea fino a raggiungere un livello di eccellenza.

Panoramica: Miti sull'innovazione

In questa prima panoramica del libro "Sviluppare Innovazione Radicali" della Harvard Business School presenteremo 4 articoli di diversi autori, che affrontano alcuni dei miti più comuni dell'innovazione.

Il percorso verso la rottura

Nella prima parte del libro, gli autori Scott D. Anthony e Clayton M. Christensen Harvard Business School sfatano 5 miti sull'innovazione. Sono loro:

Mito 1: L'innovazione è limitata alla tecnologia

Il primo mito mostra che ci sono altri fattori che possono essere più importanti della tecnologia per ottenere innovazione. In alcune grandi aziende, il principale vantaggio competitivo non è l'uso della tecnologia, ma la capacità di soddisfare le esigenze e le aspettative dei clienti e di sfruttare le nuove opportunità di business che si presentano.

Mito 2: Più risorse significano più innovazione

Più risorse possono implicarne la dispersione e quindi, invece di utilizzarle per rimodellare iniziative di innovazione, potrebbero finire per essere sprecate, poiché verranno investite in ciò che si è già dimostrato inefficiente.

Mito 3: Solo l'innovazione radicale può guidare il successo

La maggior parte delle innovazioni che provocano cambiamenti nei campi di attività non iniziano con una "innovazione radicale". Iniziano in piccolo e poi si sviluppano fino a diventare grandi innovazioni.

Mito 4: L'innovazione è casuale e imprevedibile

L'innovazione è davvero prevedibile. Esistono modelli di successo che, se usati correttamente, possono aumentare le possibilità di vincita delle aziende, secondo gli autori.

Mito 5: Non puoi insegnare l'innovazione

Poiché non esiste una regola per avviare l'innovazione, chiunque può imparare a identificare i modelli di innovazione che hanno avuto successo.

Per aumentare la possibilità di una crescita dirompente, l'autore presenta 4 mindsets che le aziende devono adottare:

Mindset 1: Criteri di misurazione adeguati al momento giusto

Nella prima mentalità, l'autore conclude che è più favorevole valutare come un'opportunità si inserisce in uno schema prestabilito, piuttosto che fare affidamento su numeri che potrebbero non essere affidabili.

Mindset 2: Devi fare affidamento sull'incertezza

Le incertezze appaiono in molte iniziative che vogliono raggiungere la crescita. In questa parte, l'autore afferma che i manager dovrebbero essere responsabili di incoraggiare i team e assumersi le incertezze che possono sorgere.

Mindset 3: Il fallimento può essere positivo

Molte aziende non corrono rischi per paura di fallire. Ma ci sono fallimenti che portano grandi lezioni e l'azienda deve sapere come affrontarli.

Mindset 4: La scarsità può essere un vantaggio

Come affermato in precedenza, le risorse in eccesso possono portare l'azienda al fallimento. Con poche risorse l'azienda è costretta a cercare altre strade, che possono essere veramente innovative.

Abbattere i muri che circondano la creatività aziendale

L'autore Gary Hamel della Harvard Business School presenta gli 8 miti dell'innovazione:

Mito 1: Le grandi idee iniziano in grande

Quindi, come gli autori Scott D. Anthony e Clayton M. Christensen, Gary Hamel crede che nessuna idea totalmente innovativa inizi in grande. È raccogliendo piccole idee che possono nascere altre di successo.

Mito 2: L'innovazione è fondamentalmente limitata ai prodotti

L'innovazione può essere presente ovunque in azienda.

Mito 3: L'innovazione è solo per i prodotti migliori

L'autore afferma che l'innovazione radicale può essere altrettanto vitale per la struttura dei costi. Ci sono aziende che hanno avuto successo nel ripensare la tradizionale struttura dei costi.

Mito 4: L'innovazione non può essere insegnata

Seguendo la stessa linea di ragionamento degli altri miti precedentemente riportati, Gary Hamel crede di poter insegnare alle persone ad affrontare le barriere esistenti per raggiungere l'innovazione.

Mito 5: L'innovazione non è il mio lavoro

L'innovazione deve essere presente in tutti i settori, non solo nel campo della ricerca e sviluppo di nuovi prodotti. Tutti i dipendenti devono essere incoraggiati e devono sforzarsi di produrre nuove idee per l'azienda.

Mito 6: L'innovazione è rischiosa

Ci sono innovazioni che rappresentano un rischio. Tuttavia, queste innovazioni possono essere rivoluzionarie e non dovrebbero essere abbandonate perché rischiose, a meno che non ti costringano a "giocare tutte le fiches in una volta", come riporta l'autore.

Mito 7: L'innovazione è molto costosa

L'azienda può sperimentare nuove idee spendendo pochi soldi. I manager devono trovare modi per sperimentare queste idee a basso costo.

Mito 8: L'innovazione è un'eccezione

Sebbene non sia una regola per un'azienda, l'innovazione deve essere investita in ogni azienda, per il bonus che può generare.

Come non perdersi nell'interpretazione

L'autore Anthony Ulwick della Harvard Business School analizza il mito secondo cui le aziende potranno conoscere le informazioni su quali innovazioni saranno ben accettate dal consumatore, se ottengono i dati in focus group e la ricerca con il consumatore.

Presenta 3 tecniche per ottenere e utilizzare le informazioni dei consumatori:

  1. Scopri quali vantaggi si aspettano i potenziali consumatori di una determinata innovazione;
  2. Chiedi ai consumatori quali risultati sperano di ottenere;
  3. Identificare eventuali vantaggi che possono soddisfare determinati interessi particolari.

Sei intuizioni sorprendenti sull'innovazione

In questa parte del libro, l'autore Loren Gary analizza alcune idee sbagliate sull'innovazione e difende 6 ideali:

  1. L'innovazione appare dove meno ci si aspetta, sia nelle aziende che nelle persone;
  2. A volte, le limitazioni possono incoraggiare la creatività piuttosto che ostacolarla;
  3. Cerca persone positive e incoraggiali a tenere una buona discussione;
  4. L'innovazione non è sempre un fenomeno che mobilita l'intera azienda;
  5. La soluzione non è sempre a portata di mano;
  6. Investire più tempo nella capacità di spegnere la spina al momento giusto, piuttosto che ridurre il tasso di guasto.

Panoramica: Come applicare le strategie di innovazione

Gli articoli di questa seconda parte del libro della Harvard Business School presentano strategie per stimolare nuove idee. Di seguito presenteremo i 6 articoli, ciascuno scritto da un diverso autore:

1- Le nuove regole di ricerca e sviluppo

L'autore di questo primo articolo, Henry Chesbrough, difende l'idea che le aziende debbano analizzare altre aziende in modo che possano stimolare nuove idee e, con ciò, generare innovazioni.

2- Prestazioni, convenienza, prezzo: qual è l'attrattiva del tuo marchio?

Gli autori di questo articolo, Scott D. Anthony e Clayton M. Christensen, discutono di aziende che utilizzano molte innovazioni nei loro prodotti/servizi e che, a causa dell'alto grado di complessità, potrebbero non avere tutte le funzionalità utilizzate.

Le aziende concorrenti possono trarre vantaggio da questa situazione e sviluppare prodotti/servizi di bassa complessità, rendendoli utili per il consumatore e/o offrendo i prodotti/servizi a un prezzo inferiore.

3- Dov'è il vantaggio competitivo?

In questo articolo, Loren Gary difende l'idea di Clayton Christensen secondo cui altre società dovrebbero essere analizzate per stimolare nuove idee. Inoltre, presenta un programma sviluppato da un'azienda che invita inventori di qualsiasi area a presentare il proprio.

4- Innovazione interna

L'autrice Judith Ross presume che la cultura e i processi interni appropriati debbano essere sviluppati all'interno di un'azienda per stimolare nuove idee.

5- Il rischio è il costo dell'innovazione?

Hal Plotkin, autore di questo articolo, afferma che le aziende dovrebbero incoraggiare i dipendenti a sviluppare idee innovative, ma che devono stabilire dei limiti in modo che quelle idee non diventino un fallimento.

6- Innovazione ambidestra

Nell'ultimo articolo di questa panoramica, l'autore Loren Gary della Harvard Business School studia una strategia per generare idee innovative all'interno di un'azienda. Per questo, l'autore afferma che è necessario seguire questi tre principi:

  1. Innovazioni incrementali;
  2. Innovazioni architettoniche;
  3. Innovazioni discontinue.

Panoramica: Testare un potenziale per le idee

L'ultima panoramica del libro "Sviluppare Innovazioni Radicali" della Harvard Business School presenterà, in 6 articoli, come determinare quali delle idee generate hanno maggiori probabilità di successo.

Riesci a identificare con sicurezza chi vincerà?

Nel primo articolo, l'autore Mankin descrive 4 criteri che l'azienda deve seguire per avere successo nel suo nuovo prodotto:

  1. Presenta costi inferiori rispetto ai prodotti esistenti;
  2. Offrire più vantaggi;
  3. Essere user-friendly per il consumatore;
  4. Fatti trovare e acquisito con facilità.

Come fare le scelte migliori

Gli autori Scott Anthony, Mark Johnson e Matt Eyring della Harvard Business School utilizzano altri argomenti per identificare un'idea di successo. Il primo argomento parte dal principio che i prodotti con queste nuove idee devono fornire al consumatore prestazioni soddisfacenti a basso costo.

L'ultimo argomento difeso dagli autori, per verificare se l'idea ha successo, è analizzare se verrà utilizzato in mercati ignorati dalle aziende concorrenti.

A volte un ottimo concetto non significa nemmeno un ottimo prodotto

Il libro della Harvard Business School presenta 8 suggerimenti per sfruttare al meglio le idee che sono state lanciate:

  1. Valutare quando testare il concetto rispetto al prodotto;
  2. Prova presto e spesso;
  3. Cerca di applicare i test a persone che possono fornire informazioni preziose;
  4. Sii consapevole dell'imprevisto;
  5. Mantenere una distanza emotiva sicura;
  6. Verifica anche il contesto;
  7. Cerca utenti inesperti;
  8. Se tutto il resto fallisce, fidati del tuo intuito.

Il tuo processo di sviluppo della produzione evidenzia - o nasconde - l'innovazione?

L'autore Erick Mankin difende l'argomento secondo cui i test di idea funzionano meglio quando sono interattivi, poiché, quando si fanno molti test in fase di sviluppo, l'azienda riceve molti feedback, potendo migliorare il lavoro.

La distruzione è un bersaglio mobile

Scott Anthony, autore di questo penultimo articolo della Harvard Business School, analizza il fatto che "il potenziale di una nuova idea è tanto maggiore quanto minore è il rischio che i concorrenti reagiscano presentando prodotti più economici".

Bisogna analizzare l'innovazione che non sarà seguita dai concorrenti per determinare questo rischio.

Stai interpretando i segni corretti?

Infine, l'ultimo articolo della Harvard Business School presentato è degli autori: Clayton Christensen e Scott Anthony e presentano uno studio su come testare un'idea. Inoltre, gli autori presentano le 3 idee che stanno emergendo nel settore delle telecomunicazioni:

  1. Servizi telefonici Internet gratuiti;
  2. Soluzioni wireless a banda larga ad alta velocità;
  3. Comunicazione istantanea con conferenze audio e video.

Cosa ne dicono gli altri autori?

Eric Ries, nel libro "Partire leggeri", spiega che è importante che la parola "innovazione" sia ampiamente compresa. Si possono trovare scoperte scientifiche originali, un nuovo uso della tecnologia esistente, la creazione di un nuovo modello di business, tra gli altri.

Il libro "Strategia Oceano Blu", porta un nuovo concetto di strategia per ottenere risalto nel mercato. Questa innovazione si basa sull'esplorazione di opportunità di mercato in cui non ci sono ancora concorrenti, chiamate dall'autore "oceani blu". Quindi, c'è una distanza dagli avversari e una diversa forma di crescita.

Infine, il libro "Inove ou Morra", di Guimarães, introduce una proposta che cerca di modernizzare e innovare le aziende per adattarle all'era digitale, concentrandosi principalmente sui clienti. Il lavoro porta riflessioni che aiutano a comprendere meglio i cambiamenti e le loro cause, oltre ad affermare che non è necessario essere una Startup per innovare.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

Questo libro "Sviluppare Innovazione Radicali" della Harvard Business School contiene diversi concetti sull'innovazione e su come può essere sviluppata sul posto di lavoro.

Con lo studio sviluppato sull'innovazione, puoi implementarla nella tua azienda. Per questo, è necessario seguire i concetti, le strategie e gli strumenti presentati durante il lavoro.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "Sviluppare Innovazione Radicali"?

Cosa ne pensi del libro "Sviluppare Innovazione Radicali" della Harvard Business School? Lascia il tuo feedback nei commenti qui sotto!

Inoltre, puoi conoscere tutte le idee dell'autore leggendo la versione completa, disponibile di seguito:

Libro “Creating Breakthrough Innovations'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!