Empreendedorismo Inovador - Nei Grando

Empreendedorismo Inovador - Nei Grando

Impegnarsi è realizzare! Scopri in questo riassunto del libro “Empreendedorismo Inovador” di Nei Grando come creare startup tecnologiche e cosa innovare è imparare ad esplorare territori inesplorati!

Ci sono molti modi per intraprendere. Internet, gli smartphone e lo sviluppo della potenza di calcolo hanno portato a molte idee che prima erano irrealizzabili. Al centro di questa evoluzione ci sono le startup tecnologiche.

Gli imprenditori imparano ancora di più sperimentando e testando le possibilità delle loro idee. Su cosa deve cambiare e cosa funziona. Tuttavia, ci sono principi che possono sfruttare le possibilità di un imprenditore di ottenere risultati di successo.

Il libro "Empreendedorismo Inovador", presenta una consulenza che copre tutte le componenti necessarie per creare un'azienda tecnologica, utilizzando le esperienze di persone di riferimento nel mondo delle startup.

Preparati ad entrare in un mare di informazioni molto importanti su come avviare la tua startup.

Sul libro "Empreendedorismo Inovador"

Il libro "Empreendedorismo Inovador" di Nei Grando è stato scritto da 25 esperti ed è un libro su come creare startup tecnologiche in Brasile.

Pubblicato nel 2012, si compone di 582 pagine suddivise in 4 parti: "Essere un imprenditore tecnologico", "Fondamenti di strategia e gestione", "Modellazione aziendale" e "Capitale, supporto strutturale, consulenza e mentoring ed educazione all'imprenditorialità".

Circa l'autore Nei Grando

Nei Grando ha una laurea in elaborazione dati presso l' Universidade Estadual de Maringá (UEM), "Inovação e Redes Sociais" (ESPM) e ha un Master of Business Administration (MBA) in amministrazione e corsi di estensione in Knowledge Managemen t presso la Fundação Getúlio Vargas.

Aveva due società di software e soluzioni TI, dove guidava la crescita di portali, internet banking, home broker, CRM, GED e dozzine di altri progetti, incluso il knowledge management. Agisce come consulente in Business e TI e professore ospite ESPM e FIAP.

Nel libro "Empreendedorismo Inovador", Nei Grando è l'organizzatore delle idee per la pubblicazione, motivo per cui è stato scelto come autore principale.

Per chi è questo libro?

Il libro "Empreendedorismo Inovador" di Nei Grandoaffronta alcuni punti importanti per quanto riguarda la preparazione della startup e la situazione iniziale di questa impresa, quali: il mercato delle aziende tecnologiche; elementi di un modello di business; fondamenti di gestione che includono strategia, marketing, vendite, finanza, persone e tecnologia.

Se vuoi cambiare la tua vita attraverso l'imprenditorialità, questo lavoro è per te.

Principali idee tratte dal libro "Empreendedorismo Inovador"

  • Mercato per le aziende tecnologiche;
  • Gli obiettivi chiari del motivo per cui vale la pena intraprendere;
  • Fondamenti di gestione e modellazione aziendale;
  • L'imprenditore deve conoscere: strategia, marketing, vendite, persone, finanza, creatività, idee innovative, networking e tecnologia;
  • Come trasformare un'idea in un prodotto o servizio con potenziale di mercato;
  • Creazione di valore, fornitura di valore e acquisizione di valore nella modellazione aziendale;
  • Ricerca e acquisizione di investimenti, considerando le proprie risorse finanziarie;
  • Come trovare e avvicinarsi a un angel investor;
  • L'imprenditore dovrebbe cercare consulenti e mentori esperti in gestione e affari;
  • L'istruzione e la formazione formale è una cosa fondamentale da intraprendere.

Dopo aver fatto quella parte introduttiva, ora possiamo approfondire il contenuto del libro "Empreendedorismo Inovador" di Nei Grando. Vieni con me!

Panoramica: "Verità collettive"

Quali sono le principali caratteristiche che ritieni necessarie a un imprenditore per avere successo nella sua attività? Forse pensi a: coraggio, determinazione, perseveranza, iniziativa, tenacia, aggressività e audacia.

Nel libro "Empreendedorismo Inovador", Nei Grando spiega che Pedro Mello fa spesso questa domanda nelle sue lezioni e seminari sull'imprenditorialità. I risultati che ottiene sono "sempre le stesse risposte, invariabilmente".

Secondo lui, questo avviene come risultato del "pensiero collettivo". "È come se qualcuno in passato avesse creato una definizione per una determinata riflessione, ad esempio il profilo dell'imprenditore di successo."

Questo pensiero è stato diffuso da migliaia di persone per decenni fino a diventare, a un certo punto, una verità collettiva, o un mito ", come preferisce chiamarlo Mello." Alcuni la chiamano 'mente collettiva', altri, come Carl Jung, 'inconscio collettivo'.

Per aprire un'attività in proprio, in primo luogo, è necessario dimenticare queste "verità collettive". Secondo una ricerca di Pedro Mello chiunque può intraprendere, la differenza è che ognuno lo farà in modo diverso. Questa forma non sarà necessariamente la stessa di quella descritta dalla "mente collettiva".

Panoramica: "Il piano aziendale"

Un altro mito che Mello intende demistificare riguarda il business plan. Molte persone affermano che "è necessario disporre di un business plan dettagliato per avere grandi possibilità di successo nel business".

Le startup e le piccole imprese hanno davvero bisogno di un business plan? Oppure, in effetti, hanno bisogno di capire la loro origine e notare che sono stati realizzati esclusivamente per le grandi aziende?

Dopo alcuni anni come gestore di fondi di venture capital e angel investor per startup focalizzate su prodotti e soluzioni per piccole e medie imprese, Pedro Mello è giunto a due conclusioni:

"In primo luogo, un business plan è il nome dato al documento che l'investitore chiede all'imprenditore di descrivere, ma che, salvo rare eccezioni, verrà letto. Gli investitori preferiscono un buon riepilogo esecutivo, solitamente preparato da un assistente dell'azienda."

In secondo luogo, è comune vedere piani con sessanta pagine molto dettagliate sull'attività, i suoi concorrenti, i suoi vantaggi competitivi, analisi di mercato e maggiori informazioni tipiche di chi ha fatto bene i compiti.

Tuttavia, proprio alla fine del documento, viene presentato il nome dei tre imprenditori che stanno avviando quell'impresa, con tre paragrafi pieni di traguardi, risultati positivi e tante storie "."

In altre parole, si dimentica completamente che l'azienda si rafforza solo se dispone di risorse umane adeguate, di un gruppo coerente e completo. Viene impiegato troppo tempo per analizzare, nei minimi dettagli, le capacità e le carenze degli imprenditori e del team con una precisione prossima allo zero.

Infine, Mello dà alcuni suggerimenti a chi ha avviato una startup senza un investimento milionario:

  • "Sostituisci il business plan tradizionale con un sommario esecutivo di tre pagine e un Business Model Canvas, qualcosa che richiederà alcuni giorni del tuo tempo per essere pronto";
  • "Scrivere un'analisi approfondita degli imprenditori e del team che continuerà con l'attività, fare un SWOT delle persone, allineare le aspettative dei partner in relazione all'attività e ciò che ognuno può offrire e aspettarsi di ricevere. Dedica almeno 10 pagine a questo".

Panoramica: "Come trovare e contattare un angel investor"

Per il libro "Empreendedorismo Inovador" di Nei Grando, prima di iniziare a cercare un angel investor, è fondamentale che l'imprenditore capisca chiaramente cosa è, perché se non lo fa, spenderà tempo e risorse senza raggiungere il suo obiettivo.

Angel investment non è altro che una forma di finanziamento diretto a startup, aziende emergenti, che aggiunge all'azienda conoscenza, esperienza e relazioni con gli investitori.

Il suo obiettivo è intensificare la crescita e il successo dell'azienda, motivo per cui si chiama smart money.

Il primo passo che l'imprenditore deve compiere è mettere su carta le sue idee, cioè come funzionerà la sua attività? Che tipo di bisogno servirà? Qual è il profilo del pubblico di destinazione? Qual è la portata del mercato? Chi sono i concorrenti? Quali sono i tuoi prezzi? Quali sono i tuoi punti di forza e di debolezza?

Fatto ciò, il modello di business deve essere sviluppato come proposto da Henry Chesbrough e Richard Rosenbloom:

  1. "Proposta di valore - descrizione del problema del cliente (chiamata anche opportunità); il prodotto che risolve il problema e il valore del prodotto che verrà stabilito dal punto di vista del cliente";
  2. "Segmento di mercato - gruppo di clienti target, riconoscendo che diversi segmenti di mercato hanno esigenze diverse. A volte, il potenziale per un'innovazione si realizza solo quando viene selezionato un diverso segmento di mercato";
  3. "Struttura della catena del valore - la posizione dell'azienda all'interno del settore di attività in cui opera; le attività nella catena del valore e come l'azienda coglierà parte del valore che crea";
  4. "Generazione di ricavi e margini - come vengono generati i ricavi (vendita, locazione, abbonamento, ecc.); la struttura dei costi e i margini di profitto target";
  5. "Posizione nella rete del valore - identificazione di concorrenti, partner ed eventuali effetti di rete che possono essere utilizzati per offrire più valore al cliente";
  6. "Strategia competitiva - come l'azienda cercherà di sviluppare un vantaggio competitivo sostenibile (ad esempio, attraverso costi, differenziazione o una strategia di nicchia)".

Uno degli autori, Cassio A. Spina, raccomanda che l'imprenditore abbia almeno un prototipo o una prova di concetto del prodotto / servizio che intende sviluppare, questo faciliterà la comprensione dell'angelo investitore e dimostrerà la sua capacità di mettere il l'idea in pratica, in pratica, uno degli aspetti più importanti per la decisione di investimento.

Cosa ne dicono gli altri autori?

Nel libro "Mindset", l'autrice Carol S. Dweck afferma che il mondo è diviso tra le persone aperte all'apprendimento e quelle che vi sono chiuse. E quel tratto influenza tutto nella vita, dalla tua visione del mondo alle tue relazioni interpersonali.

Ora, se vuoi sapere come aprire un'impresa, il best-seller "Sonho Grande" mostra come trasformare il livello di un'organizzazione secondo le opinioni degli imprenditori più ricchi del Brasile.

Se pensi che sia troppo tardi per aprire un'attività in proprio, ti consigliamo il lavoro di Flávio Augusto, "Geração de Valor". L'autore mostra la sua visione dell'imprenditorialità e il mondo, inoltre, dà consigli per farti risaltare tra la folla.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

Ebbene, seguendo gli insegnamenti forniti dagli autori, il passo successivo è strutturare il tuo "tono", noto anche come "discorso dell'elevatore".

Il pitch è una presentazione rapida e diretta, di solito fino a 5 minuti, con l'obiettivo di suscitare l'interesse dell'ascoltatore per un'idea, un business o una persona.

Pertanto, il pitch deve contenere informazioni essenziali e differenziate sull'argomento affrontato, che possono essere presentate verbalmente o con l'ausilio di materiale audiovisivo. Esistono tre tipi di piazzola: business, personale e ascensore.

Un buon parlare in pubblico è un' abilità essenziale per chiunque!

Viviamo in una comunicazione costante e in molti modi diversi, ma alcuni di loro necessitano necessariamente di un contatto visivo.

Saper parlare bene - e non solo - per farsi capire è fondamentale per chiunque, inserito in qualunque tipo di situazione sociale.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "Empreendedorismo Inovador"?

Cosa ne pensi del lavoro "Empreendedorismo Inovador" di Nei Grando? Lascia il tuo feedback, in modo che possiamo sempre offrire i migliori contenuti per te! E se vuoi approfondire l'argomento, scarica subito il libro cliccando sull'immagine qui sotto:

Libro 'Empreendedorismo Inovador'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!