Mai Dire Ma - Jocko Willink, Leif Babin

Mai Dire Ma - Jocko Willink, Leif Babin

Scopri qui tutti i segreti di una leadership vittoriosa e come questa formazione mirata può aiutarti a superare ostacoli, superare barriere e superare difficoltà.

Come affronti le avversità nella tua organizzazione? Spesso, il problema che impedisce la crescita della tua azienda è una gestione mal diretta, ma c'è una soluzione per questo. Gli autori, Jocko Willink e Leif Babin, chiariscono nel loro libro "Mai Dire Ma" i principali segreti di una leadership efficace.

Comprendi che il vero leader deve essere preparato quando arriva la tempesta e, soprattutto, essere il primo responsabile per portare l'azienda al molo.

In questo PocketBook imparerai i principi di organizzazione, società e mentalità e come influenzano il successo della tua attività.

Sei curioso? Allora vieni con noi!

Sul libro "Mai Dire Ma"

Il libro originale "Extreme Ownership: How US Navy SEALs Lead and Win" / "Mai Dire Ma" (in italiano) è stato scritto da Jocko Willink e Leif Babin e pubblicato nel 2014. Presenta le migliori tecniche di formazione per i leader e le formule di successo che insegnano come preparare le squadre, plasmare l'organizzazione e ottenere risultati straordinari si traduce in un breve periodo di tempo.

Circa gli autori Jocko Willink e Leif Babin

Jocko Willink è un US Navy SEAL in pensione, scrittore e co-fondatore della società di consulenza gestionale Echelon Front.

Leif Babin è anche un ex ufficiale della Navy SEAL e serve come presidente, direttore e capo istruttore per l'Echelon Front.

Per chi è questo libro?

"Mai Dire Ma" è consigliato per i leader che vogliono imparare a superare le difficoltà dell'azienda con le tattiche che sono state utilizzate sul campo di battaglia e che erano responsabili della vittoria della squadra nel suo insieme.

Principali idee tratte dal libro "Mai Dire Ma"

  • I migliori leader non sono concentrati sull'ego, ma sulla missione;
  • Il vero leader non perde tempo a incolpare i membri del team;
  • La motivazione influenza direttamente le prestazioni della squadra;
  • L'atteggiamento del leader definisce il tono della squadra;
  • Il vero leader è sempre insoddisfatto. La ricerca del miglioramento deve essere costante;
  • Il leader vittorioso crede nella missione che svolge;
  • Il lavoro di squadra definisce il successo dell'organizzazione;
  • È compito del leader semplificare i problemi dell'azienda;
  • Il vero leader deve rimanere calmo di fronte alle avversità;
  • Una leadership di successo non può essere centralizzata;
  • Il leader di eccellenza deve essere accessibile.

Panoramica: Le proprietà di un leader

Sappiamo che guidare non è mai stato un compito facile.

Affrontare problemi, ostacoli, squadre e persino l'ego stesso è qualcosa che ha bisogno di equilibrio.

È caratteristico dell'essere umano, incolpare o altro quando qualcosa non va bene. Dopotutto, prendersi la colpa fa male a ciò che pensiamo veramente di essere motivazionale.

Il libro "Mai Dire Ma" spiega che il leader vittorioso specifica di assumersi una responsabilità o un problema. Comprendi che tu, il leader, devi avere una vasta conoscenza della tua azienda affinché le cose funzionino davvero.

Questo è ciò che gli autori Jocko Willink e Leif Babin chiamano Extreme Property. È un punto di riferimento fondamentale per chi vuole raggiungere alte prestazioni e guidare una squadra vincente. Ebbene, è una capacità che va oltre l'identificazione degli errori e la responsabilità sotto di essi.

Il leader che mantiene la proprietà nel suo modello di leadership ha bisogno di fondamentalizzare progetti, piani d'azione che fanno la differenza e risolvono le difficoltà che possono incontrare.

Tutto questo deve essere fatto lontano da qualsiasi legame emotivo. La coscienza della leadership specifica di essere sobria, e questo ha tutto a che fare con la necessità di allontanarsi dall'orgoglio o dall'ego gonfiato.

Supponendo che l'errore non significa che sei un perdente, significa che sei realistico.

Che sia dovuto a mancanza di strategia, mancanza di comprensione della missione in questione o scarso coinvolgimento della politica aziendale con dipendenti selezionati, indipendentemente dalla radice del problema, è responsabilità del leader identificare e comprendere che il problema è stato generato di conseguenza del proprio errore.

Nello svolgere questa attività, il leader deve lavorare sugli standard nella sua organizzazione.

Ma cosa vuol dire?

Una buona gestione deve essere basata sulla ricerca di prestazioni migliori e sulla ricerca di uno standard su cui basare un'organizzazione.

Ciò può essere ottenuto attraverso la motivazione.

Il libro insegna che la motivazione unita all'incoraggiamento sono discipline per una squadra e applicate attraverso la proprietà estrema. Comprendi che se queste caratteristiche vengono introdotte nel DNA dell'azienda, i dipendenti sono sempre disponibili e in grado di cercare prestazioni migliori.

Presto diventa qualcosa di naturale, un punto di stimolo o un altro a favore del bene comune.

Nel corso di "Mai Dire Ma", Jocko e Leif spiegano che il leader deve implementare una cultura di insoddisfazione nell'ambiente organizzativo.

Questo modello serve a mantenere una disposizione e garantirà una squadra sempre pronta per le occasioni speciali.

Per questo, o vero leader specifica di credere nella sua missione.

L'entusiasmo deve essere genuino in modo che tu ti senta libero quando corri dalle risate. Le grandi cose accadono solo per coloro che sono coraggiosi.

Se non puoi più fidarti del tuo progetto, è il momento di allineare i tuoi pensieri. In che modo le tue idee dovrebbero essere compatibili con la missione della tua organizzazione e, in caso contrario, specifichi se porre domande o la destinazione.

Il dubbio viene generato quando le strategie non sono chiare o non sono fortemente invocate.

Rivedi i tuoi criteri. Decostruire la situazione è un modo eccellente per capire o capire la situazione. I leader senior condividono l'esperienza con i ragazzi. Questa è l'importanza della leadership nel lavoro di squadra.

Panoramica: Sii consapevole del tuo comportamento

L'ego è il principale responsabile per ostacolare qualsiasi possibilità di successo in un'organizzazione. Ciò è dovuto al fatto seguente: l'individuo con l'ego infiammato difficilmente accetta critiche, suggerimenti o cambiamenti nei modelli.

L'ego incoraggia le persone a essere migliori, e questa è una buona cosa. Tuttavia, il rovescio della medaglia è quando c'è un problema con la gestione dell'ego nella nostra personalità.

Pertanto, il leader non è nemmeno in grado di effettuare una valutazione onesta di se stesso e dei suoi dipendenti.

Per lui, c'è un'enorme discrepanza in termini di capacità, valori e competenze tra lui ei suoi dipendenti. Questo è un grosso problema.

Renditi conto che la fiducia in te stesso è diversa dall'arroganza. La fiducia in se stessi agisce positivamente nel perseguimento del progetto desiderato, mentre l'arroganza, oltre a inventare la reale situazione di caos, crea l'idea di sopravvalutare il soggetto protagonista.

Gli autori Jocko Willink e Leif Babin ribadiscono ancora una volta l'importanza del lavoro di squadra per portare a termine la missione in modo più sano ed efficiente.

Per questa tattica, il libro "Extreme Ownershi p" chiama "Mai Dire Ma".

È un metodo solido per lavorare insieme. L'idea deve essere implementata in modo che ci sia una comprensione del valore di ciascuno nella realizzazione del progetto.

Spetta al leader ampliare la visione della squadra. È comune formare team più piccoli che lavorano alla costruzione di qualcosa, ma il libro attira l'attenzione sulla cura che devi prestare a questi comportamenti.

La lotta per l'ascensione e, allo stesso tempo, la divergenza di idee e il desiderio ricorrente di sovrapposizione di pensieri possono essere ostacoli alla crescita dell'organizzazione.

Il "Cover and Move" ha molto a che fare con questo. L'idea di errore o di successo è responsabilità di tutti. Proprio come tutti vogliono condividere il successo, anche nel fallimento devono assumersi la responsabilità.

E quando tutto diventa complesso e difficile da capire?

Ebbene, in alcuni momenti, per quanto concretizzata l'idea di unità, lavoro collettivo e di squadra, ci saranno persone che non si sentiranno coinvolte nella missione.

Questa sensazione può essere dovuta al disaccordo di opinioni a seguito di qualcosa o alla mancanza di comprensione della missione e della politica organizzativa.

Cosa fare?

Semplice. È impossibile per una squadra funzionare correttamente se le persone non sono allineate nello stesso pensiero. Questo non può accadere se ci sono dubbi tra i membri.

Separare il problema in fasi e stadi è un'idea eccellente. Un altro suggerimento dal libro "Mai Dire Ma" è quello di facilitare la comprensione di soluzioni e strategie.

Comprendi che non importa quanto ti senti a tuo agio nel tuo ruolo, se il tuo messaggio non è stato compreso da tutti, hai fallito.

Il leader deve essere accessibile nella comunicazione.

Per creare tattiche infallibili che ti portino al successo, devi dare la priorità alla relazione operativa e facilitare il rapporto tra te e i dipendenti dell'azienda.

Pensaci!

Panoramica: Il successo del comando

Il ruolo di un leader non è affatto facile. L'accumulo di funzioni, ostacoli, dilemmi e problemi è comune. Ma cosa fare di fronte a questa situazione?

Prima di tutto serve pazienza.

Una mente sfocata è peggio di un problema irrisolto.

Dopo che il saldo è stato ripristinato, agire.

Sapere da dove cominciare è il segreto per lasciar andare il problema. Studiare la situazione è un ottimo suggerimento. Approfondire i motivi per cui ne è derivato il caos è prudente.

Tuttavia, ciò che è veramente saggio è chiamato un piano di emergenza.

Quando si tratta di supportare una missione, all'inizio di tutto, prima di prendere qualsiasi decisione, è necessario stabilire strategie nel caso in cui tutto ciò che è stato pianificato vada storto.

Essere in prima linea nel problema garantisce una maggiore visione del progetto ed eventualmente un maggior controllo in caso di avversità.

Con molti piani da realizzare, è comune avere uno spostamento del focus tra il team. Tu, il leader, sii attento e in grado di rimettere in sesto il gruppo. E capisci che non puoi guidare da solo.

Giusto.

Avete bisogno di aiuto!

Il libro "Mai Dire Ma" spiega la difficoltà dell'essere umano a gestire un numero maggiore di persone quando c'è un problema da risolvere. È inutile lasciare che l'ego risponda per te e pensare che possa risolvere tutto in una volta. Non fare il supereroe.

Stabilire leader a propria discrezione ea discrezione dell'organizzazione. È necessario definire un comando decentralizzato. La formazione delle squadre all'interno delle squadre aiuta non solo la comunicazione tra i membri, ma anche la determinazione delle idee e una maggiore organizzazione a favore di qualcosa.

La paura della guerra del potere deve essere estinta. Per fare ciò, incontra i possibili leader e spiega come sarà basata la missione, ma, soprattutto, riferisci il motivo delle tue decisioni. Non robotizzare i tuoi dipendenti.

L'organizzazione del lavoro di squadra, il pensiero comune e le strategie necessarie saranno strumenti responsabili per il successo dell'azienda.

Un consiglio fondamentale per la realizzazione del tuo progetto è non nascondere i problemi dell'organizzazione.

Questo, gli autori Jocko Willink e Leif Babin chiamano consapevolezza situazionale.

Il front leader comunica con la dirigenza subordinata, dialoga con la squadra e tutti insieme combattono per il bene comune, valutando il problema e concentrandosi sulle possibili decisioni, tenendo conto dell'idea collettiva.

Panoramica: Le scelte giuste

Il motivo per nominare leader ausiliari è che il progetto funzioni meglio, poiché lavoreranno specificamente con il gruppo per il quale sono assegnati. Possono essere chiamati operatori a livello tattico.

I leader istituiti a questo scopo non hanno bisogno di avere l'esperienza degli anziani o di comprendere l'intero problema. Tuttavia, come qualsiasi altro dipendente, devi comprendere l'importanza del tuo ruolo nell'organizzazione.

Per il buon funzionamento di un'azienda e, principalmente, finalizzato al compimento della missione, il riconoscimento delle funzioni è essenziale. I membri del team tattico agiscono direttamente sul problema e devono essere consapevoli della missione quotidiana. Ciò implica informazioni sui progressi e possibili battute d'arresto.

La decentralizzazione del comando implica uno dei principi della proprietà estrema e la ricerca della facilità di comunicazione è correlata al successo nella catena di comando.

Se c'è qualcosa di diverso durante il compito, è il ruolo del leader cercare l'errore che, per la maggior parte, deriva dagli atteggiamenti corrosivi del leader.

Sii consapevole delle tue scelte e tieni d'occhio le tue decisioni.

Il lavoro di squadra va oltre la collaborazione nel suo insieme.

Il collettivo assiste nel processo decisionale attraverso una visione più ampia di ciò che è accaduto, poiché è comune per chi sta affrontando il problema avere maggiori possibilità di agire d'impulso e non vedere dettagli importanti che possono influenzare direttamente una decisione.

Un'altra situazione ricorrente è l'influenza della paura nelle scelte, cioè un blocco che agisce direttamente quando c'è bisogno di un atteggiamento immediato nel processo di risoluzione del problema.

Secondo il libro "Extreme Ownership" / "Mai Dire Ma", una delle principali dicotomie e difficoltà affrontate da un leader è mantenere l'equilibrio tra libertà e disciplina.

La libertà è legata all'autonomia dei dipendenti. A volte un membro del team è in grado di risolvere il problema meglio del leader stesso. I buoni leader non sono intimiditi da questo.

La fiducia in se stessi deve essere costruita nell'organizzazione. Credere nella squadra è fondamentale per la crescita di tutti.

Gli autori Jocko Willink e Leif Babin spiegano anche l'importanza del controllo emotivo. Chi perde l'equilibrio, perde il rispetto. Dimostrazioni di rabbia, stress e frustrazione sono fattori scatenanti per il discredito del gruppo.

Sottolineano anche l'importanza del collettivo, l'umiltà e l'accessibilità del manager. Ma, allo stesso tempo, sottolineano l'importanza del rispetto del leader in quanto tale.

Per avere quel rispetto, è necessario, prima di tutto, avere dei risultati.

Le persone coinvolte nell'organizzazione hanno bisogno di vedere nella figura del mentore un modello da seguire, uno studioso nelle proprie strategie, un simbolo di determinazione e amore per quello che fanno.

Questo è il segreto di un vero leader!

Cosa ne dicono gli altri autori?

In "Il Libro d'Oro della Leadership", l'autore John C. Maxwell difende l'idea che dobbiamo sviluppare la consapevolezza di sé per diventare veri leader. Illuminerà le abitudini e i comportamenti che ci portano a superare gli ostacoli.

Nel libro "The Effective Manager", Peter F. Drucker chiarisce che i dirigenti possono essere brillanti, fantasiosi e informati, ma allo stesso tempo inefficienti. I dirigenti efficaci sono sistematici. Lavorano duramente nelle aree giuste e i loro risultati le definiscono.

Infine, nel raccomandato "Everybody Matters", gli autori Bob Chapman e Raj Sisodia esplorano come i veri leader debbano studiare continuamente per sviluppare e sviluppare coloro che li circondano, in modo che diventino anche leader eccellenti che credono e apprezzano le persone.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

  • Prenditi la colpa per i problemi dell'azienda. Se la squadra è cattiva, la gestione è peggiore. Correggiti;
  • Il modello di prestazione non è ciò che predichi, è ciò che tolleri. Stabilire aspettative e innalzare gli standard;
  • Mantieni la squadra in armonia. Secondo il libro "Mai Dire Ma", i dipendenti devono essere proattivi e non reattivi. Rimanete sintonizzati;
  • Credi nella tua missione. Non essere fiducioso, sii fiducioso;
  • Dividere il comando non ti rende meno di un leader. Ti rende più saggio;
  • Un vero leader deve essere coraggioso e non sconsiderato. Sii consapevole delle tue scelte;
  • Avere esperienza. Stabilire il piano di emergenza;
  • Per agire, devi prima organizzare una riunione. Interagisci con la tua squadra;
  • Il vero leader non usa la sua autorità per risolvere i problemi. Ricorre alla sua abilità.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "Mai Dire Ma"?

Ci auguriamo che il nostro riassunto del libro "Mai Dire Ma" vi sia piaciuto e che siate in grado di applicare i consigli degli autori, Jocko Willink e Leif Babin, alla vostra vita. Lascia la tua opinione nei commenti, poiché il tuo feedback è molto importante per noi.

Inoltre, per saperne di più sul contenuto, acquista il libro cliccando sull'immagine sottostante:

Libro 'Mai Dire Ma'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!