Leggere il Pensiero non è una Magia - Henrik Fexeus

Leggere il Pensiero non è una Magia - Henrik Fexeus

Impara a interpretare i gesti e ad influenzare le persone senza che se ne accorgano.

Possiamo davvero leggere le menti?

All'inizio ero un po' confuso, ma so che quest'arte è presente nella vita di ogni giorno e che abbiamo il potenziale per migliorarla.

Nelle prossime pagine verrai bombardato da tecniche che possono essere utilizzate per stabilire empatia e comprendere il linguaggio del corpo.

Inizia a praticare queste tecniche e avrai il potere di cambiare la tua vita. Vuoi saperne di più? Continua a leggere questo riassunto!

Sul libro "Leggere il Pensiero non è una Magia"

Nel libro "Leggere il pensiero non è una magia" (2007), Henrik Fexeus, ci presenta un modo possibile per analizzare le menti delle persone che ci circondano.

Lo scopo del lavoro è di consentire al lettore di riconoscere i pensieri di una persona attraverso gli sguardi, le parole, il tono della voce, la postura e la respirazione. In questo modo, l'autore fornisce gli strumenti giusti, come esercizi per testare le tue abilità e immagini esplicative, tra le altre cose.

Circa l'autore Henrik Fexeus

Henrik Fexeus è nato nel 1971. Fin da bambino, ha mostrato interesse per la magia e le nuove scoperte. Da adolescente si è dedicato alla comunicazione, alla PNL (Programmazione Neuro Linguistica), a linguaggio del corpo, ipnosi e magia. Attualmente è uno psicologo, scrittore, docente e diffonde le sue opinioni in programmi televisivi.

Fexeus ha anche scritto più di sette libri su psicologia pratica e influenza. Tra loro ci sono "When you do what I want", e "Power games: Friendly methods to influence people".

Per chi è questo libro?

Il contenuto del libro di Henrik Fexeus, "Leggere il Pensiero non è una Magia", è ideale per te che vuoi capire e affrontare meglio le persone, i loro comportamenti, le diverse situazioni e relazioni scrutando dietro i dettagli.

Inoltre, con i suggerimenti e le tecniche presentate è possibile rafforzare le tue trattative e le tue relazioni.

Principali idee tratte dal libro "Leggere il Pensiero non è una Magia"

I punti chiave del libro sono:

  • Le tecniche per leggere le menti possono essere praticate nella tua vita quotidiana;
  • La mente viene letta attraverso la postura del corpo e il linguaggio non verbale;
  • Studia minuziosamente come funzionano le persone;
  • Adatta il tuo discorso a loro;
  • Trova qualcosa in comune con il tuo interlocutore;
  • Evita di prendere decisioni quando hai emozioni negative.

In questa sintesi, spiegheremo le sei parti principali del libro, spiegando le idee rilevanti dell'autore in ognuna di esse. Quindi, iniziamo?

Leggere la mente

Nella parte iniziale, Henrik Fexeus chiarisce che il potere di leggere le menti è qualcosa che fa parte della nostra vita quotidiana e dobbiamo migliorare questa capacità. Ma come? Leggo le menti e non lo so?

Bene, secondo lui i punti cruciali per eseguire la lettura sono attraverso la postura del corpo ed il linguaggio non verbale. In poche parole, trasmettiamo sempre un messaggio, per quanto non lo sappiamo.

Inoltre, Fexeus ci dice che la postura fisica ci colpisce psicologicamente e viceversa. Ad esempio, se rimani in piedi troppo tempo, questo ti fa arrabbiare.

Empatia

La parola empatia è sempre più comune tra noi ma ne conosci il vero significato?

Per Henrik Fexeus, l'empatia è tutto ciò che può creare armonia e un buon rapporto con la gente, estendendosi fino ai dilemmi e conoscendo il modo corretto di coordinare la situazione.

Il primo passo per implementare l'empatia è esaminare e conoscere in dettaglio come lavorano le persone. Sulla base di questo dobbiamo adattare il nostro modo di parlare a seconda della persona con cui desideriamo comunicare.

Quando adatti il tuo discorso ad una persona alla quale vuoi trasmettere un messaggio, quella persona riceverà il messaggio in maniera chiara ed efficace.

I principali vantaggi offerti dall'empatia sono quelli di comprendere le persone e di costruire un forte legame di fiducia.

Inoltre, l'empatia può essere raggiunta in quasi ogni relazione, dai colloqui di lavoro alle relazioni con le autorità.

Ma non stiamo parlando solo del messaggio verbale, ma anche del linguaggio del corpo.

Il linguaggio del corpo

La prima tecnica che l'autore definisce "Allineamento e Specchiatura" consiste nell'osservare la persona con cui si desidera sviluppare empatia e copiare la sua postura.

Ma, calma! Questa copia dovrebbe essere discreta e graduale e, in più, dovrebbe essere adattata. Un punto particolare è quello di copiare la postura del corpo partendo dalla faccia della persona.

Un'altra tecnica presentata nel corso del lavoro riguarda la voce, il timbro e la tonalità del nostro parlare. Inoltre, considera l'intensità del tuo respiro e prova a cercare una connessione anche grazie ad esso.

Hai visto come i movimenti del corpo possono influenzare la tua presentazione? Dopotutto, oltre al tono della voce, il ritmo e la dizione sono i tuoi movimenti a completare il tuo discorso.

Henrik Fexeus suggerisce di prestare attenzione allo slang e al gergo, specialmente nelle conversazioni nel mondo degli affari. Osserva se il linguaggio del corpo e il tuo discorso sono allineati con lo scopo del messaggio. Non chiedere agli altri di stare calmi se tu stesso stai urlando.

Questi suggerimenti si estendono anche alla lingua scritta. C'è sempre reciprocità, quindi se ricevi una e-mail formale rispondi anche tu in maniera formale.

Secondo l'autore nel libro "Leggere il Pensiero non è una Magia", dobbiamo sempre trovare qualcosa in comune con il nostro interlocutore, anche se si tratta solo di un hobby. Infine, suggerisce di usare il buon senso e di conoscere i limiti di adattamento del comportamento perché non è il caso di imitare un difetto di pronuncia o un accento.

Emozioni

L'emozione è uno dei sentimenti che vengono trasmessi da tutti e il più delle volte è esternata dalle espressioni facciali. Ogni volta che esprimiamo un sentimento, esso si manifesta attraverso alcuni muscoli della nostra faccia.

Alcuni sentimenti sono facili da capire (felicità), altri sono due emozioni allo stesso tempo (essere tristi ma forzare un sorriso), e alcune sono emozioni che nemmeno chi parla riesce a comprendere.

Secondo Henrik Fexeus, quando siamo in compagnia di emozioni negative tendiamo a bloccare quelle positive, quindi, in questo frangente cerca di evitare di prendere decisioni e dai spazio alle persone.

Inoltre, non possiamo mai lasciare che l'espressione di una persona influenzi i nostri comportamenti. Perché non sappiamo cosa abbia causato quell'emozione.

L'autore cita, nel libro "Leggere il Pensiero non è una Magia", Paul Ekman, uno psicologo che ha classificato le sette emozioni universali, cioè quelle che tutte le persone manifestano. Esse sono:

  • Sorpresa: Caratterizzato da viso "aperto", sopracciglia alte e curve, occhi spalancati e bocca aperta;
  • Tristezza: Dimostrata dagli angoli della bocca rivolti verso il basso, palpebre inferiori sollevate e occhi bassi;
  • Rabbia: visto attraverso palpebre tese, labbra pizzicate e sopracciglia corrugate;
  • Paura: Espressa da sopracciglia diritte sollevate, occhi aperti e tesi, rughe sulla fronte e labbra retrattile;
  • Gioia: È facile, vero? È caratterizzato da un sorriso aperto e un aspetto un po 'più stretto;
  • Disgusto: Si nota quando la persona esprime le rughe nel naso e il labbro superiore sollevato;
  • Disprezzo: Dimostrato quando l'angolo della bocca è compresso e sollevato e gli occhi rivolti verso il basso.

Ma attenzione! Un sorriso è facile da falsificare, giusto? ! sbagliato

Quando sorridiamo veramente, i muscoli del nostro viso si contraggono e fanno restringere gli occhi. Quindi, se qualcuno non ha quel tipo di aspetto, è probabilmente un sorriso falso.

"Quando questo muscolo (degli occhi) non si contrae, diciamo" la tua bocca sorride, ma i tuoi occhi non lo sono "."

Il rilevatore di bugie

La maggior parte delle persone mente tutto il tempo, sia per cose sciocche o anche per le più complesse.

Per poter rilevare se la persona sta mentendo, dobbiamo osservare se i loro segnali sono coerenti con i loro discorsi. L'autore elenca alcuni dei principali atteggiamenti o segni di quando la persona sta mentendo, che sono:

  • Grattarsi il naso;
  • Incapacità di guardare l'interlocutore negli occhi;
  • Mani molto sudate;
  • Cambiamenti imprevedibili nel tono della voce, nel modo di parlare e nel linguaggio.
  • Nel libro, vengono presentate queste caratteristiche e altri metodi al fine di trarre conclusioni più accurate sulle persone. Tuttavia, a volte, possono anche non significare nulla perché fanno parte della personalità delle persone o sono dei tic.
  • Ecco perché Henrik sottolinea l'importanza di comprendere la persona e le sue azioni e suggerisce di agire sempre con cautela, al fine di permettere alla persona di spiegarsi nel caso tu sospetti ci sia qualcosa che non va.

Cambia idea

Secondo Henrik Fexeus, è necessario modificare alcuni pensieri ed espressioni e filtrarli, prima di fare qualcosa, in quanto la verità è essenziale.

Quindi dobbiamo sbarazzarci di tutti i sentimenti negativi e della parola "no". Possiamo trasformare frasi negative in positive, pur mantenendo il senso dell'idea.

Infine, dobbiamo stare attenti agli argomenti che possono servire da punti di riferimento e che possono generare sentimenti buoni o cattivi.

Cosa ne dicono gli altri autori?

Secondo il Dr. Robert, nel suo libro "Le Armi della Persuasione", tutti influenzano e sono influenzati. Spiega che i praticanti della persuasione sanno esattamente cosa vogliono e dove vogliono andare, quindi usano sei principi psicologici per raggiungere i loro obiettivi, che sono trattati nel suo libro.

Approfondendo la solida legge di fondazione, che sostiene l'importanza di guadagnare la fiducia delle persone per influenzare, il libro "Come Trattare Gli Altri e Farseli Amici" porta una serie di insegnamenti su come eccellere nelle relazioni personali.

Nel libro "Come Piacere Agli Altri in 90 Secondi o Meno", l'autore Nicholas Boothman ci insegna come conquistare le persone nei primi 90 secondi. Ciò è ottenuto da 4 aspetti: conoscenza di base della comunicazione, connessione con la natura umana, connessione della personalità e costruzione delle relazioni.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

Il primo passo che dobbiamo fare, per acquisire autorità in qualcosa, è studiare ed esercitarsi. In questo modo, saremo sempre più esperti nel comprendere le menti di coloro che ci circondano. Il libro presenta molti esercizi e immagini per fissare i contenuti offerti e migliorare le nostre capacità, quindi l'ideale è prestar loro un'attenzione particolare.

Infine, possiamo riassumere l'arte di leggere le menti come esercizio pratico. Qualcosa che è presente nella nostra vita quotidiana e che possiamo applicare in ogni momento.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "Leggere il Pensiero non è una Magia"?

Pensi di essere pronto per iniziare a leggere le menti? Lascia il tuo feedback, è molto importante per noi!

Se vuoi approfondire e fare gli esercizi, puoi acquistare il libro nella immagine seguente:

Libro 'Leggere il Pensiero Non È Una Magia'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!