La Quinta Disciplina - Peter Senge

La Quinta Disciplina - Peter Senge

Trasforma il tuo business in un'azienda di successo. Applica le cinque discipline di Peter Senge.

Mentre il mondo diventa sempre più interconnesso e il business più complesso e dinamico, sarà sempre più facile imparare al lavoro. Non è sufficiente avere una sola persona che apprende dall'azienda. Semplicemente non è più possibile trovare soluzioni nella gestione e fare in modo che tutti gli altri seguano gli ordini del "grande stratega".

Le organizzazioni che avranno davvero successo in futuro saranno quelle che scopriranno come coltivare l'impegno e la capacità di apprendere a tutti i livelli dell'organizzazione.

Dimentica le vecchie idee sulla leadership. Secondo Fortune, la compagnia di maggior successo del 21° secolo sarà l "organizzazione di apprendimento".

In questo riepilogo, esamineremo i suggerimenti dell'autore su questa idea e impareremo come applicare le cosiddette cinque discipline. Ci stai?

Sul libro "La Quinta Disciplina"

"La Quinta Disciplina" di Peter Senge, originariamente pubblicato nel 1990, mostra le tecniche indispensabili per un'organizzazione aziendale di successo.

Questo libro, uno dei grandi successi commerciali di Peter M. Senge, ha 532 pagine nella versione pubblicata nel 2009 in Brasile.

Circa l'autore Peter Senge

Peter Michael Senge, americano nato nel 1947, è scrittore e docente presso il MIT (Massachusetts Institute of Technology), dove si è laureato in ingegneria e ha ottenuto un master in Modelli di sistemi sociali. Tra i suoi lavori di successo c'è La Quinta Disciplina, considerato dalla Harvard Business Review "uno dei libri di business più influenti degli ultimi settant'anni".

Per chi è questo libro?

"La Quinta Disciplina" di Peter Senge mostra alla gente come la visione sistemica può cambiare tutto ciò che ci circonda, coinvolgendo la sfera personale e quella professionale.

Il libro è uno strumento essenziale da utilizzare per riorganizzare un'azienda. Grazie ad esso, i dipendenti svilupperanno la loro visione del management, ampliandola.

Principali idee tratte dal libro "La Quinta Disciplina"

  • Ristrutturazione interna della società;
  • Sfruttare le cinque discipline per una società di successo;
  • L'organizzazione dell'apprendimento sarà preminente nel mondo moderno. Dimenticare le vecchie idee sulla leadership.

Il libro "La Quinta Disciplina" di Peter Senge è pieno di contenuti e idee su come riorganizzare l'azienda e il modo in cui i suoi dipendenti vedono il mondo. Le seguenti sezioni si concentreranno su alcune parti del libro.

Come le nostre azioni creano la nostra realtà... E come possiamo modificarla

Peter Senge affronta il mondo e le sue relazioni. Rende chiaro che il mondo è costituito da forze interconnesse. Dal momento in cui siamo a conoscenza di questa idea, possiamo iniziare a costruire le organizzazioni di apprendimento.

Un'organizzazione di apprendimento è una società che sta espandendo continuamente la sua capacità di creare il futuro.

I dipendenti della società espandono costantemente la loro capacità di creare i risultati che desiderano veramente. Secondo Peter Senge, "le organizzazioni che apprendono sono possibili, perché sotto sotto siamo tutti apprendisti".

Le cinque discipline elencate dall'autore sono: dominio personale, modelli mentali, visione condivisa, apprendimento in team e pensiero sistemico.

È fondamentale sviluppare insieme le cinque discipline, e la quinta è quella che le collega tutte.

Attualmente ci sono poche organizzazioni che riescono a rimanere determinanti sul mercato. Quello che succede è che molti problemi vengono lasciati da parte, le soluzioni adottate non sono fattibili e alla fine quello che era un problema banale finisce per portare a una perdita enorme. A volte avviene di peggio, ovvero la rottura è l'unica via d'uscita.

Prima che la compagnia fallisca ci sono diversi modi per risolvere i problemi. "La Quinta Disciplina" di Peter Senge elenca 7 difficoltà di apprendimento. Se le organizzazioni lottano contro queste carenze, saranno più vicine all'eccellenza. Le 7 difficoltà sono le seguenti:

  1. "Sono la mia posizione": Tendiamo a confondere la nostra posizione con chi siamo, con la nostra personalità. Questo rende le persone limitate solo nelle loro attività.
  2. "Il nemico è là fuori": È quando le persone cercano di incolpare un agente esterno per l'errore che fanno.
  3. "L'illusione di prendere il controllo": Le persone spesso confondono la proattività con la reattività. "La vera proattività consiste nel realizzare il nostro contributo ai nostri problemi". Mentre essere reattivi è prendere decisioni solo dopo che la situazione è fuori controllo.
  4. "Fixing in events": Attualmente i principali rischi per il benessere delle aziende sono eventi graduali e non immediati. Al fine di mantenere l'apprendimento dei dipendenti a lungo termine, la loro mentalità deve essere anche a lungo termine.
  5. "La parabola della rana scottata": Peter Senge chiarisce che per notare cambiamenti graduali, dobbiamo rallentare il nostro ritmo di lavoro e prestare attenzione a ciò che ci circonda, a eventi drastici e graduali;
  6. "L'illusione di imparare dall'esperienza": Di solito impariamo da prove ed errori, cioè dall'esperienza diretta. Tuttavia, cosa succede quando non possiamo analizzare i risultati delle nostre azioni? E quando queste azioni sono al di fuori della portata della nostra visione? "Impariamo meglio dall'esperienza, ma non sperimentiamo mai direttamente le conseguenze delle nostre decisioni più importanti", secondo Senger. Questo è il dilemma dell'apprendimento dall'esperienza.
  7. "Il mito del team di gestione": Hai mai visto un collega essere premiato non per risolvere problemi aziendali urgenti, ma per porre domande complesse sulla politica attuale dell'azienda? Secondo l'autore, le aziende rafforzano l'idea di premiare i professionisti competenti che difendono i loro punti di vista, invece di quelli che sollevano domande difficili. Questo porta le squadre a chiamare "abilità" l'incompetenza, quando le persone ostacolano il proprio apprendimento.

Dall'identificazione di questi problemi, per quanto piccole, dovrebbero essere già adottate contromisure per eliminare le sette difficoltà di apprendimento.

La quinta disciplina: La pietra angolare dell'organizzazione di apprendimento

Cos'è il pensiero sistemico? Prima di chiarire questo, ci sono alcune caratteristiche che ne ostacolano l'applicazione, come: cultura dell'immediatezza, egoismo, mancanza di visione, paura, individualismo, tra gli altri. Bene, è qui che entrano in gioco le prime quattro discipline, che fungono da supporto per la quinta disciplina.

Ricordiamo: padronanza personale, modelli mentali, visione condivisa e apprendimento di gruppo sono le prime 4 discipline. Parliamo un po' di loro, prima di affrontare il quinto.

  1. Padronanza personale: Per aumentare la loro capacità personale verso i risultati desiderati, maggiore è la probabilità di dipendenti della società, e la società stessa, coinvolgere le persone in modo che possano raggiungere gli obiettivi prescelti.
  2. Modelli mentali: Domandare, modificare, ripensare, riorganizzare, riflettere e chiarire continuamente il tuo modo di vedere il mondo. In questo modo modellerai anche le tue decisioni.
  3. Visione condivisa: Creare una visione può essere facile, ma condividerla e coinvolgere continuamente il team in futuro è sicuramente una sfida.
  4. Team learning: i singoli talenti di ciascun dipendente devono essere aggiunti quando fanno parte di una squadra, non viceversa. Questa è una grande sfida per un leader.

Ora che abbiamo un'idea delle quattro discipline, parliamo specificamente del quinto pensiero sistemico.

Secondo Peter Senge, il pensiero sistemico è la disciplina che consente di cambiare i sistemi in modo più efficace e, in altre parole, agire secondo i processi del mondo naturale ed economico.

È la capacità che un individuo acquisisce di analizzare gli eventi e le loro possibili conseguenze, al fine di creare una soluzione unica che soddisfi le aspettative di tutte le parti coinvolte.

Secondo Peter Senge, per costruire un pensiero sistemico abbiamo bisogno di tutte e quattro le discipline. "Costruire una visione condivisa incoraggia l'impegno a lungo termine. I modelli mentali si concentrano sul gap necessario per rivelare i limiti nei nostri attuali modi di vedere il mondo."

L'apprendimento in gruppo sviluppa la capacità dei gruppi di cercare un'immagine dell'intero quadro che vada oltre le singole prospettive. E la padronanza personale incoraggia la motivazione personale a imparare continuamente come le nostre azioni influenzano il nostro mondo.

Infine, i sistemi di pensiero rendono comprensibile l'aspetto più sottile della organizzazione di apprendimento. Il nuovo modo in cui gli individui stessi e il loro mondo percepiscono una delle grandi cose che impediscono la formazione e il miglioramento dei sistemi di pensiero è quando c'è un alto tasso di ricambio in azienda.

Quindi, con lealtà nell'impresa, la continuità necessaria per la formazione del pensiero sistemico è danneggiata. Per risolvere ciò, è fondamentale creare una cultura che incoraggi l'apprendimento continuo.

Quando le aziende lo capiranno, avranno capito l'essenza del pensiero sistemico.

Cosa ne dicono gli altri autori?

Ed Catmull, autore de "Verso la Creatività e Oltre", consiglia: preferire sempre le persone alle idee, perché le persone creative creano buone idee, ma le buone idee possono essere distrutto da squadre cattive.

Per John C. Maxwell, autore del "Il Libro d'Oro della Leadership", i migliori leader sono quelli che sanno ascoltare. Gli ascoltatori sanno cosa sta succedendo perché sono attenti. Imparano meglio di altri perché capaci di assorbire. Inoltre, i buoni ascoltatori hanno la capacità di vedere meglio i punti di forza e di debolezza delle altre persone.

L'autore di "Traction", Gino Wickman, esplora il modo in cui gli imprenditori di successo hanno una visione attraente e ben definita per il loro business. Inoltre, sanno come comunicare questo messaggio ai dipendenti. Da questo, viene creata una linea guida che deve essere seguita da tutti all'interno dell'organizzazione, utilizzata per sviluppare soluzioni e guidare azioni strategiche.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

"Le organizzazioni di apprendimento", come le chiama Peter Senge, non sono pronte, il processo per diventarne una è graduale, mentre i dipendenti capiscono i loro ruoli all'interno dell'azienda.

Un leader che condivide le sue vittorie fa sentire la sua squadra soddisfatta di essere parte dell'azienda, perché questa società è in grado di produrre i risultati che le persone cercano.

Molte aziende hanno una visione limitata, le opinioni delle persone non sono benvenute, eppure i dipendenti sono pensati solo per le attività che svolgono, e spesso non capiscono nemmeno il processo all'interno del loro posto di lavoro. Questo finisce per essere fatale per l'azienda.

In questo modo, l'unica via per uscire dalle organizzazioni è riformulare le loro strutture, e questo libro è fondamentale per questo processo.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "La Quinta Disciplina"?

Cosa ne pensi di "La Quinta Disciplina" di Peter Senge? Lascia il tuo feedback, così ti offriremo sempre il meglio per te! Se vuoi approfondire l'argomento, puoi acquistare il libro cliccando sull'immagine sottostante:

Libro 'La Quinta Disciplina'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!