La Ricchezza delle Nazioni - Adam  Smith

La Ricchezza delle Nazioni - Adam Smith

Perché alcuni paesi sono più ricchi di altri? Perché alcune persone lavorano meno e vivono più agiatamente? Cos'è il libero scambio?

Fondamentalmente, Adam Smith pensava che ogni persona avrebbe dovuto seguire il proprio interesse senza che il governo cercasse di interferire. Pertanto, i prezzi dei prodotti diminuirebbero e la qualità di questi aumenterebbe. Questo perché l'offerta di prodotti seguirà sempre la domanda.

Prendi i prodotti che hai a casa. Noterai che la maggior parte di loro non sono stati realizzati in Brasile, giusto? Il motivo per cui li hai provati è perché provengono dal mercato internazionale, dove la concorrenza e l'innovazione hanno reso i prodotti migliori e più economici.

Alcuni anni fa, la maggior parte di questi gadget poteva essere acquistata solo da persone con un alto potere d'acquisto. Ciò è cambiato a causa della politica di libero scambio.

Sul libro "La Ricchezza delle Nazioni"

La ricchezza delle nazioni, pubblicato nel 1776 dall'originale "The Wealth of Nations", è stato scritto da Adam Smith. Quasi 250 anni dopo il suo lancio, questo classico rimane la base per l'economia mondiale.

Oltre ad essere il fondatore della scienza economica, questo libro ha stabilito una serie di cambiamenti nelle politiche economiche, di cui il libero scambio è solo un esempio. Cos'è il libero scambio? Nel corso dell'intero libro Adam Smith spiegherà proprio questo. In questa versione (2006) il lavoro è composto da 142 pagine e 10 capitoli.

Circa l'autore Adam Smith

Adam Smith è nato nel 1723 in Scozia, era un filosofo e uno dei più grandi studiosi dell' economia classica. Ha fondato le basi teoriche del liberalismo economico.

L'autore ha scritto libri famosi come "Teoria dei Sentimenti Morali", "La Mano Invisibile" e "La Ricchezza delle Nazioni".

Per chi è questo libro?

Il libero scambio permetteva alle persone provenienti da molte parti del mondo di unire i propri talenti e di lavorare per creare prodotti che secoli fa erano inimmaginabili. Basta prestare attenzione al numero di persone che possiedono uno smartphone.

Ma il libero scambio è proficuo come dicono le persone? Dopotutto, diverse aziende hanno cambiato la loro posizione, sono andati in cerca di manodopera meno costosa, e questo ha causato il licenziamento di molte persone.

Pertanto, il libro "La Ricchezza delle Nazioni" di Adam Smith è per te che vuoi sapere più sul libero scambio e decidere cosa pensi dell'argomento.

Principali idee tratte dal libro "La Ricchezza delle Nazioni"

  • Le persone dovrebbero essere libere di agire nell'economia;
  • Il governo non dovrebbe interferire con l'economia. Dovrebbe fornire solo la legislazione e delle istituzioni pubbliche specifiche;
  • Legge della domanda e dell'offerta;
  • Divisione del lavoro.

Dalla divisione del lavoro

Per illustrare come funziona la "divisione del lavoro", Smith fornisce l'esempio del pin-making. Normalmente, un principiante potrebbe fare un pin accettabile al giorno, ma quando abbiamo qualcuno che allunga un filo, un altro che taglia, un altro che punta, alla fine avremo migliaia di pin al giorno.

Secondo Adam, la suddivisione del lavoro in parti più piccole rende la produttività molto più grande rispetto al caso in cui una sola persona svolga il lavoro completo. Ecco come funziona il sistema di produzione avanzato.

Dal principio della divisione del lavoro

Per Adam Smith nel libro "La Ricchezza delle Nazioni", è fondamentale che una nazione abbia scambi aperti con altri paesi. Questo perché ogni produttore di solito ha bisogno di molti altri prodotti. Ad esempio, un produttore di pantaloni non ha bisogno solo di pantaloni per sopravvivere.

In altre parole, un particolare produttore produrrà più beni, in modo che possa scambiare altri prodotti di cui ha bisogno.

La divisione del lavoro è limitata

La divisione del lavoro e lo scambio di prodotti e servizi avrà solo una limitazione, l'autore parla di "estensione del mercato". Questa "estensione del mercato" consiste semplicemente nel dover vendere o scambiare i prodotti o servizi.

Ad esempio, un produttore di giacche commercia in una città di mare. In questo caso, deve trasferirsi in una città con un clima freddo dove la sua "portata di mercato" sarà assai maggiore.

Dall'origine e dall'uso del denaro

L'origine del denaro nasce dalla necessità di scambiare prodotti. Naturalmente, come si potrebbe acquistare un prodotto desiderato se non ci fosse nessuno con cui scambiare? Torniamo all'esempio del venditore di cappotti.

Supponiamo che voglia scambiare la sua merce con le patate, ma il venditore di patate non vuole comprare cappotti. Ecco perché è necessario qualcosa che permetta al produttore di cappotti di vendere i propri prodotti a persone che non vogliono cappotti. I soldi servono a risolvere questo scambio di prodotti.

Adam Smith sottolinea nel libro "La Ricchezza delle Nazioni" che il denaro non ha valore. È prezioso solo nella misura in cui è possibile acquistare "lavoro".

Dal prezzo reale e nominale delle merci o dal prezzo di esse in manodopera, e dal loro prezzo in denaro

Il prezzo di ciascun prodotto è definito dalla quantità di lavoro necessaria per produrlo. Questo valore non fluttua, è fisso, poiché c'è sempre bisogno della stessa quantità di lavoro per creare il prodotto. Questa è la definizione di Adam Smith di "prezzo reale".

Il "prezzo nominale", d'altra parte, è variabile. È collegato a quanto siamo disposti a pagare per determinante merci. Ad esempio possiamo osservare il caso dei CD, che attualmente valgono meno rispetto ad anni fa.

Dalle parti del prezzo delle materie prime

Dalle prime società, il lavoratore ha mantenuto tutto il profitto del suo lavoro. Tuttavia, alcuni lavoratori hanno iniziato a conservare prodotti extra.

Questi beni extra venivano usati per pagare altri lavoratori, dando origine a ciò che ora chiamiamo capo.

Pertanto, il profitto non era più mantenuto dal lavoratore, parte di esso era diretto al capo. Questo perché il lavoratore dovrebbe pagare per l'uso della terra al suo proprietario.

Adam Smith sostiene che il prezzo di ogni prodotto è composto da tre cose: il lavoro richiesto per produrlo, il profitto che il produttore vuole ottenere e l'affitto pagato, poiché affitto e manodopera solitamente costituiscono la maggior parte del prezzo del prodotto.

Dal prezzo naturale e dal prezzo di mercato dei beni

Ovunque, che si tratti di un paese, di uno stato o di una città, esiste una tendenza di un valore medio per un determinato tipo di lavoro. Questo valore è definito da Adam come "prezzo naturale". Ciò che determina questo valore non è altro che la legge della domanda e dell'offerta.

Il libro "La Ricchezza delle Nazioni" parla che se l'offerta è alta e la domanda è bassa, i prezzi sono ridotti. Se l'offerta è bassa e la domanda è alta, i prezzi aumentano. Esiste ancora la possibilità che il produttore abbia un monopolio di mercato, in modo che possa controllare la fornitura della sua merce.

Ora, il "prezzo di mercato" è il prezzo effettivo al quale un prodotto viene venduto, quel valore determinato dalla domanda e dall'offerta. Secondo Smith, la tendenza è che il "prezzo di mercato" vari attorno al "prezzo naturale".

Dei salari del lavoro

Secondo l'autore del libro "La Ricchezza delle Nazioni" deve esserci un valore limite minimo che un lavoratore deve ricevere per i suoi servizi. Questo valore deve essere sufficiente per mantenere vivo il lavoratore.

Se il valore è inferiore il lavoratore smetterebbe di operare, ovviamente, perché saprebbe che non c'è possibilità di continuare a vivere e non ci sarebbe modo di sostenere la sua famiglia.

Adam Smith fa un'analisi economica della schiavitù. Dice che avere un dipendente stipendiato è più redditizio che avere uno schiavo.

Oltre a non avere la motivazione per lavorare, uno schiavo malato presenta dei costi al suo datore di lavoro, a differenza del dipendente stipendiato che paga le proprie spese.

Adam sostiene inoltre che i lavoratori dovrebbero avere il fine settimana libero in modo che possano riposare e lavorare meglio.

Stipendi e profitto in vari ruoli di forza lavoro e capitali

Perché alcuni posti di lavoro sono pagati più di altri? Dunque, Adam Smith fornisce cinque ragioni.

Il primo è che alcuni lavori sono sporchi e grossolani, quindi la paga per quel lavoro è aumentata.

Ci sono anche lavori facili e difficili. Più difficile è l'esecuzione, maggiore è l'abilità richiesta, maggiore è la retribuzione.

Il terzo è un lavoro temporaneo. La retribuzione per questo lavoro è più alta perché la persona deve essere pagata per il tempo che passerà a cercare un altro lavoro.

Un'altra ragione è la responsabilità. Secondo Adam Smith:

"Affidiamo la nostra salute al medico [...]. Tale fiducia non potrebbe certo essere riposta in persone di condizioni o mezzi molto bassi".

Pertanto, questa responsabilità aumenta la remunerazione.

La quinta ragione è la probabilità di successo o fallimento in quel lavoro. L'autore afferma che "la probabilità che una data persona si qualifichi per l'occupazione per la quale è stata educata varia molto da un'occupazione all'altra".

D'altra parte Adam Smith anche menziona nel libro "La Ricchezza delle Nazioni" che le restrizioni del governo e le tasse sui beni importati proteggono i produttori nazionali dalla concorrenza esterna. In questo modo, i prezzi e i profitti sono mantenuti alti, ma vengono danneggiati.

Esistono anche politiche governative che vietano il passaggio delle persone ad altri posti di lavoro.

Secondo Adam Smith, proprio come le aziende si spostano verso lavoratori migliori e costi inferiori, anche i lavoratori dovranno spostarsi dove desiderano.

Cosa ne dicono gli altri autori?

Nel consigliato "Tutti Contano", gli autori Bob Chapman e Raj Sisodia esplorano come i veri leader devono studiare continuamente per sviluppare e sviluppare coloro che li circondano per diventare grandi leader che credono e apprezzano anche le persone.

Inoltre, i dipendenti devono essere incoraggiati a innovare e provare cose nuove, anche se falliscono. Questo li fa capire che i manager hanno piena fiducia nel loro potenziale e nel loro lavoro. Nel libro questa pratica è chiamata "libertà responsabile".

Ed Catmull, autore del libro "Verso la Creatività e Oltre", consiglia: Dai sempre più preferenza alle persone che alle idee, perché le persone creative creano buone idee, ma le buone idee possono essere distrutte da cattivi team.

Infine, in "L'Industria della Felicità", l'autore William Davies spiega che la mancanza di impegno dei lavoratori danneggia la produttività e le malattie psicologiche diffuse mettono a dura prova le risorse del governo.

I crescenti tassi di depressione e disimpegno dei lavoratori possono spiegare perché chi è al potere nelle aziende e nel governo ora dà la priorità alla coltivazione della felicità.

I leader aziendali e i responsabili politici si dedicano intensamente alle tecniche e alle tecnologie che possono utilizzare per misurare e mitigare lo stress, l'apatia e la depressione.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

Alla fine del libro, Adam Smith chiarisce che col libero scambio alcune cose non possono funzionare correttamente, cioè dovrebbero essere di proprietà del governo. Alcuni esempi sono le scuole, la polizia e gli ospedali.

Bene, ora che sei più informato su cosa sia il libero scambio, puoi già farti un'opinione sull'argomento. Naturalmente, se pensi di voler approfondire l'argomento per saperne di più, leggi il lavoro completo di Adam Smith.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "La Ricchezza delle Nazioni"?

Cosa ne pensi di "La Ricchezza delle Nazioni" di Adam Smith? Lascia il tuo feedback per farci sapere cosa ne pensi e scopri sempre il meglio per te!

Se vuoi approfondire l'argomento, puoi goderti e acquistare il libro cliccando sull'immagine qui sotto:

Libro 'La Riccheza delle Nazioni'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!