Lavorare con Intelligenza Emotiva - Daniel Goleman

Lavorare con Intelligenza Emotiva - Daniel Goleman

Empatia, consapevolezza di sé e lavoro di squadra valgono molto di più in un'azienda che l'intelligenza razionale. Scopri perché qui e impara a sviluppare queste abilità!

Il libro, "Lavorare con Intelligenza Emotiva", è il risultato di ricerche e studi dell'autore Daniel Goleman sull'influenza dell'intelligenza emotiva sul posto di lavoro.

Da lì, ha concluso che le alte prestazioni di un'organizzazione dipendono essenzialmente dalle capacità emotive di ciascun dipendente al suo interno. Unità, motivazione, sinergia, persuasione e autocontrollo sono ciò che, infatti, costituiscono la vera caratteristica di un leader.

Continua a leggere questo PocketBook e dai un'occhiata alle migliori intuizioni del "padre" dell'intelligenza emotiva applicata al mondo professionale!

Sul libro "Lavorare con Intelligenza Emotiva"

"Lavorare con Intelligenza Emotiva" è un lavoro di Daniel Goleman che è stato pubblicato nel 1998. Dopo il suo grande successo con "Intelligenza Emotiva", l'autore ha deciso di scrivere un libro che parla di come le soft skills siano più importanti delle hard skills all'interno di un'organizzazione.

Il lavoro fornisce esempi di aziende nel campo professionale e preziosi suggerimenti per sviluppare le tue capacità emotive, oltre a formare il tuo team a crescere insieme a te.

Circa l'autore Daniel Goleman

Daniel Goleman è conosciuto in tutto il mondo come il "padre" dell'intelligenza emotiva, avendo anche un libro con questo nome, "intelligenza emotiva". Ha conseguito un dottorato di ricerca ad Harvard e attualmente detiene una cattedra presso l' American Association for the Advancement of Science (AAAS).

Ha ricevuto diversi premi, tra cui il Lifetime Achievement Award dall'American Psychological Association, per il suo grande contributo alla storia della psicologia durante la sua carriera.

Daniel Goleman è anche l'autore del best-seller "Focus".

Per chi è questo libro?

"Lavorare con Intelligenza Emotiva" di Daniel Goleman è indicato per i dipendenti, dai dipendenti ai dirigenti aziendali, che vogliono ottenere migliori performance sul lavoro con l'ausilio delle abilità comportamentali (soft skills).

Principali idee tratte dal libro "Lavorare con Intelligenza Emotiva"

  • L'intelligenza emotiva è più importante dell'intelligenza razionale per ottenere prestazioni elevate sul lavoro;
  • I dipendenti emotivamente intelligenti hanno un grande potenziale per sviluppare iniziativa, leadership di squadra, adattabilità e gerarchia emotiva;
  • L'autocontrollo consiste nell'autoconsapevolezza, nell'autoregolazione e nella motivazione;
  • "L'empatia è il nostro radar sociale";
  • Per sviluppare una nuova comprensione intellettuale, è necessario cambiare le abitudini di pensare, sentire e comportarsi;
  • Gli strumenti di valutazione tradizionali, come i sondaggi sulla soddisfazione e sull'impegno, potrebbero non offrire la migliore analisi;
  • Durante il colloquio di lavoro, le capacità emotive sono molto più prese in considerazione dell'intelligenza razionale.

Panoramica: Oltre alle conoscenze specialistiche

Nella prima parte del libro "Lavorare con Intelligenza Emotiva", Daniel Goleman cerca di spiegare che l'intelligenza emotiva è più importante dell'intelligenza razionale per ottenere alte prestazioni sul lavoro. E questo vale per qualsiasi tipo di lavoro.

L'autore afferma che, oggi, i datori di lavoro cercano dipendenti che:

  • Sapere ascoltare e parlare;
  • Sii creativo nell'aggirare un problema;
  • Essere fiduciosi, motivati a raggiungere gli obiettivi, avere un piano di carriera;
  • Saper lavorare in gruppo e avere capacità interpersonali;
  • Essere organizzato;
  • Avere un potenziale di leadership.

Tali abilità non possono essere acquisite attraverso la conoscenza tecnica del business, della fisica, della medicina, ecc.; partono dal dominio che abbiamo su noi stessi e dalla correlazione che abbiamo con il territorio in cui operiamo.

Se non vediamo senso in quello che facciamo, oltre ad avere soldi e successo, è molto probabile che ci troveremo costantemente demotivati.

Secondo Daniel Goleman, i dipendenti emotivamente intelligenti hanno un grande potenziale di sviluppo:

  • Indipendenza: Iniziativa e adattabilità;
  • Interdipendenza: Leadership del team, influenza;
  • Gerarchia emotiva: Saper dare la priorità alle emozioni dovute alle circostanze.

Panoramica: Autocontrollo

Secondo il libro "Lavorare con Intelligenza Emotiva", il primo passo verso la padronanza di sé è la consapevolezza di sé. Essere consapevoli e attenti a chi sei e cosa vuoi nella vita è la chiave per sviluppare le seguenti abilità comportamentali:

  • Consapevolezza emotiva: Consiste nel conoscere le proprie emozioni e le ragioni per provarle, riconoscere il loro impatto sulle proprie azioni e prestazioni e avere una visione concreta dei propri obiettivi e valori;
  • Autovalutazione critica: Consiste nel riconoscere i propri punti di forza e di debolezza, imparare dalle esperienze, essere aperti a critiche costruttive per migliorare continuamente;
  • Fiducia in se stessi: Consiste nell'essere fermi sulle proprie decisioni, anche in situazioni di incertezza, oltre a riconoscere il proprio valore e la capacità di lavorare a proprio favore.

L'autore Daniel Goleman spiega che il secondo passo è sviluppare la capacità di adattarsi (aspetti e reazioni) a situazioni ed eventi. L'autoregolamentazione consiste nelle competenze:

  • Autocontrollo: Saper affrontare gli impulsi e le emozioni dello stress per rimanere positivi, resilienti e concentrati, anche sotto pressione;
  • Affidabilità: Essere etici nelle proprie azioni, autentici e fedeli ai propri standard e capaci di ammettere i propri errori;
  • Responsabilità: Impegnati per i tuoi obiettivi e le tue promesse e sii organizzato e attento nel tuo lavoro;
  • Adattabilità: Essere flessibili riguardo alle proprie prospettive e strategie in base alle circostanze, nonché essere in grado di affrontare molteplici richieste, sapendo quando dare la priorità a un determinato compito;
  • Innovazione: Generare idee e soluzioni innovative e originali, essere disposti a rischiare, analizzare da diversi punti di vista.

La motivazione è anche importante per adattare il nostro lavoro in un contesto che abbia senso per la nostra vita e il nostro scopo e, quindi, cerchiamo di migliorare sempre di più. Le abilità motivazionali sono:

  • Miglioramento continuo: Le persone con questa competenza si sfidano a migliorare sempre le proprie prestazioni e cercano informazioni e nuove possibilità per svolgere il proprio lavoro;
  • Impegno: Fanno sacrifici per raggiungere l'obiettivo di un'azienda, svolgono la loro attività per un bene maggiore, cercano opportunità coerenti con la mission del gruppo;
  • Iniziativa: Le persone con iniziativa sono sempre disposte a cogliere le opportunità, ottenere risultati oltre il loro obiettivo e praticare tattiche insolite per raggiungerli;
  • Ottimismo: Sono persistenti, anche quando incontrano ostacoli lungo il percorso, non vivono nella paura del fallimento, ma con la speranza del successo.

Panoramica: Abilità interpersonali

L'autore Daniel Goleman afferma che "l'empatia è il nostro radar sociale". È per questo che ci connettiamo con i sentimenti e le esigenze degli altri. E può essere applicato anche nel mondo professionale.

Ad esempio, attraverso di essa puoi essere attento alle esigenze del cliente, comprendere le prospettive dei tuoi collaboratori, oltre a coltivare la diversità e avere la capacità di sviluppare gli altri in azienda.

Comprendendo ciò che provano gli altri, puoi imparare ad affrontarli. E uno strumento potente per questo è l'influenza. Con la persuasione, puoi convincere un cliente ad acquistare il tuo prodotto in una trattativa, ad esempio, o ad aggiungere follower, all'interno dell'azienda, alla tua causa.

Le persone che cercano di essere influenti senza essere empatiche sono solitamente quelle che usano sempre la stessa tattica per convincere gli altri e quasi sempre falliscono. Non riescono a suscitare l'interesse dell'altra parte e vengono ignorati.

Sapere come affrontare le emozioni degli altri ti dà anche la capacità di inviare un messaggio chiaro e appropriato a ogni tipo di persona e tempo, oltre a diventare un buon leader che ispira e guida le persone verso lo sviluppo.

La competenza ultima ti porta ad un aspetto fondamentale all'interno di un'organizzazione: il lavoro di squadra. Attraverso le capacità interpersonali, puoi rafforzare i legami tra i membri, espandere il networking e creare sinergie nel tuo team.

Alla fine di questa parte del libro "Lavorare con Intelligenza Emotiva", Daniel Goleman condivide i cinque segreti del successo, secondo Burt Swersey:

  1. Rapporto;
  2. Empatia;
  3. Persuasione;
  4. Cooperazione;
  5. Costruzione del consenso.

Panoramica: Un nuovo modello di apprendimento

L'autore Daniel Goleman afferma che per sviluppare una nuova comprensione intellettuale, non devi concentrarti solo sulla conoscenza razionale. È necessario cambiare le abitudini di pensare, sentire e comportarsi.

Per questo, porta una guida su come puoi allenare le abilità emotive applicate al ramo professionale nella tua azienda o team. Eccone alcuni:

  • Per valutare il lavoro, mostrare alle persone che si concentrano sui punti di miglioramento per raggiungere l'eccellenza, valutandoli in modo sistematico;
  • Per l'autovalutazione, devono analizzare i punti di forza e di debolezza per sapere quale necessità deve essere affrontata adeguatamente. La valutazione deve essere fatta con attenzione, quindi è importante che utilizzino l'intelligenza emotiva;
  • Affinché i dipendenti rimangano motivati, è necessario mostrare come la formazione ricompenserà le loro carriere;
  • L'incoraggiamento può arrivare sotto forma di apprezzamento dei cambiamenti che sono coerenti con i valori dell'organizzazione;
  • Mostra esempi di persone altamente efficaci per vederli come un punto di riferimento.

Sappi che il cambiamento delle abitudini non avviene dall'oggi al domani, quindi ci vorrà del tempo prima che il tuo team inizi a incorporare un nuovo mindset.

Il libro, "Lavorare con Intelligenza Emotiva", consiglia di raccogliere i risultati e mostrare come sono stati i loro progressi in modo che, così, possano avanzare a un nuovo livello di formazione e, di conseguenza, di abilità emotive.

Panoramica: L'organizzazione emotivamente intelligente

Daniel Goleman sottolinea il fatto che molte aziende credono di valutare correttamente i propri dipendenti, attraverso sondaggi sulla soddisfazione o sull'impegno. Tuttavia, l'autore afferma che gli errori possono essere generati da tali strumenti tradizionali.

In questo modo, enfatizza le competenze emotive come le metriche più efficaci nella valutazione delle prestazioni e molte di esse sono mancate nelle aziende.

Ad esempio, potresti valutare come l'umore dell'individuo influisce sui risultati e quanto spesso è stato; o misura la motivazione dei tuoi dipendenti di fronte a sfide o ostacoli.

Ti sei mai fermato ad analizzare come i tuoi dipendenti hanno affrontato le richieste sotto pressione? I risultati sono soddisfacenti?

La diversità è essenziale anche all'interno di un'azienda; le persone devono vedere le differenze come opportunità per nuovi traguardi. Inoltre, l'empatia e i legami tra le persone devono essere costantemente rafforzati.

Se pensi che le capacità emotive non siano prese in considerazione al momento di un colloquio di lavoro, sappi che hai sbagliato!

Per esemplificare, il libro, "Lavorare con Intelligenza Emotiva", porta il fatto che un potenziale consulente viene valutato entro quattro capacità, e solo una di esse riguarda l'intelligenza razionale. Sono loro:

  1. Cognitivo: Risoluzione di problemi logici, capacità analitiche;
  2. Interpersonale: Lavoro di squadra, fiducia in se stessi, presenza;
  3. Risultati: Iniziativa, energia, senso di urgenza;
  4. Adattamento personale: Onestà, motivazione, socievolezza, modestia.

Come ottenere prestazioni ridotte

  • Sovraccarico di lavoro;
  • Poca autonomia;
  • Ricompense golose;
  • Perdita di contatto interpersonale;
  • Ingiustizia;
  • Conflitto di valori.

Cosa ne dicono gli altri autori?

In "Unlimited Power", Tony Robbins spiega che di solito una persona di successo cammina in modo più retto, più imponente, mostrando fiducia e autostima.

Il libro "O Poder da Positividade", "Il Potere della Positività", in una libera traduzione in italiano, mira a rivedere e sostenere i nostri valori e principi al fine di ottenere il segreto per rimanere positivi e vedere la vita trasformarsi attraverso la nostra attitudine.

Infine, gli autori Paula Marques e Ricardo Cayolla, in "A Era dos Super-Humanos", affermano che gli esseri umani prendono le decisioni usando pochissimo in modo razionale, poiché sono emotivi e finiscono per essere guidati dagli impulsi.

Ok, ma come posso applicare questo alla mia vita?

  • Sapere chi sei e cosa provi, per capire cosa vuoi nella vita;
  • Sii responsabile e adattabile alle sfide;
  • Cerca sempre di migliorare, impegnandoti nel tuo lavoro e ottimismo per ottenere i migliori risultati;
  • Cerca di capire non solo quello che senti, ma anche quello che provano gli altri per sviluppare abilità interpersonali;
  • Incoraggia e forma la tua squadra a sviluppare capacità emotive;
  • Usa le competenze trasversali come parametri per valutare le prestazioni dei tuoi dipendenti.

Ti è piaciuto questo riassunto del libro "Lavorare con Intelligenza Emotiva"?

Ci auguriamo che la nostra sintesi vi sia piaciuta e che siate in grado di sviluppare l'intelligenza emotiva nel vostro ambiente di lavoro seguendo i consigli dell'autore Daniel Goleman. Lascia la tua opinione nei commenti, il tuo feedback è molto importante per noi!

Inoltre, per saperne di più sul contenuto, acquista il libro cliccando sull'immagine sottostante:

Libro 'Lavorare con Intelligenza Emotiva'

Aggiungi ai preferiti
Aggiungi a leggere
Segna come letto
Create Account
Iscriviti gratis

E ricevi un riassunto settimanale dei best-sellers più venduti da leggere e ascoltare quando vuoi!